Cerveteri: la lista "Adesso, cambiamo" al congresso del circolo del Pd

La lista che si presenta al Congresso del circolo del PD di Cerveteri conclude la presentazione del programma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Ultima puntata del programma "Adesso! Cambiamo"

La lista che si presenta al Congresso del circolo del PD di Cerveteri conclude la presentazione del programma

Siamo dunque giunti all'epilogo, o forse sarebbe più corretto dire, al principio del nostro lavoro.

Questa è l'ultima parte del programma che con voi abbiamo condiviso in queste settimane e che presenteremo come documento programmatico della nostra lista al prossimo congresso del circolo del PD di Cerveteri. Congresso che, contro qualsiasi regola ( Art. 6 comma 1, 2, 3 riportato in calce al programma) abbiamo appurato oggi, si terrà il prossimo 27 ottobre al….. bar Jolly. Si avete capito bene, il congresso del circolo del PD, il momento più importante della vita politica del partito democratico, l'attimo in cui si elegge il segretario ed il direttivo che indicheranno le future linee politiche del partito, si terrà in un bar. Anche questo è un motivo per partecipare, vincere, cambiare questo partito: ADESSO! Ringraziamo i tanti cittadini che ci hanno espresso il loro gradimento per la nostra battaglia ed il nostro programma e ringraziamo anche chi ci ha apertamente, ma civilmente, criticato. Ai primi diciamo di unirsi a noi ed appoggiarci alle votazioni (siamo contattabili attraverso la pagina di ADESSO! Un nuovo inizio); agli altri confermiamo che, anche in caso di sconfitta, saremo avversari corretti ed oppositori costruttivi.

La sanità

E' necessario effettuare un analisi della situazione sanitaria nella Asl RmF. Questa azienda, formata da quattro distretti, che vanno dalla valle del Tevere al mare, sviluppandosi non lungo le direttrici di scorrimento (strade consolari, autostrade e ferrovie), ma tagliando a fette un territorio non soltanto mal collegato, ma anche disomogeneo fra le sue parti, sia sotto l'aspetto morfologico territoriale, sia dal punto di vista storico culturale che vede territori diversissimi tra di loro, con diverse esigenze socio sanitarie, diverse realta' epidemiologiche, riuniti sotto la giurisdizione di un'unica azienda sanitaria locale. Una prima riflessione andrebbe dunque fatta in merito ad una possibile ipotesi di ridefinizione degli ambienti territoriali delle Asl romane.

Un territorio così vasto, e ripetiamo così mal collegato e disomogeneo, dispone di due soli presidi ospedalieri: S. Paolo di Civitavecchia e Padre Pio di Bracciano.

Stante la situazione attuale i cittadini della Asl Rm F hanno una percentuale di posti letto ogni mille abitanti dello 0,9 contro gli oltre 4 dei cittadini della Capitale. Non va inoltre dimenticato che nella stagione estiva il nostro comprensorio, a forte vocazione turistica, vede aumentare in maniera esponenziale il numero dei potenziali utenti dei servizi sanitari (Bracciano, ma sopratutto Cerveteri e Ladispoli); la popolazione triplica ed i servizi rimangono gli stessi se non addirittura diminuiscono, per la cronica carenza di personale.

Il sistema di soccorso sul territorio, in sintesi il 118 dispone di varie postazioni, ormai tutte senza medico con sole due unità in turno. Ladispoli dispone di due mezzi di soccorso h12 diurno e un solo un mezzo h12 notturno.

Noi crediamo che si debba andare verso una logica di integrazione di questi due aspetti (e di molti altri ancora) affinché l'offerta dei servizi sanitari faccia sistema offrendo risposte efficaci ,le nostre richieste vogliono essere propositivi spunti di miglioramento del servizio sanitario territoriale, per questo proponiamo il potenziamento ed una maggiore integrazione tra tutti gli attori della rete dell'emergenza, attraverso l'allestimento degli equipaggi del 118 con personale e mezzi h24 su tutto il territorio, il potenziamento del posto di primo intervento di Ladispoli, la realizzazione di distretti territoriali di prossimità nei distretti F2 ed F4,che andrebbero a colmare le lacune in zone ad alta densita' di popolazione.

Quindi una seria programmazione e integrazione di tutti i servizi territoriali: igiene pubblica, Sert, consultori, medicina del lavoro devono cominciare a fare sistema.

Queste le linee guida che intendiamo sviluppare all'interno del circolo del PD creando gruppi di lavoro specifici sui seguenti argomenti:

- Servizio di sostegno, prevenzione ed educazione sessuale e sanitaria rivolto agli adolescenti ( 14/17 anni), con particolare riferimento alla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale.

- Diffusione delle norme comportamentali di primo soccorso per le scuole di 1° e 2° grado e di rianimazione cardiopolmonare e defribrillazione con uso di apparecchi semiautomatici.

- Diffusione delle pratiche di primo soccorso e disostruzione delle prime vie aeree con corsi specifici al personale docente delle scuole nido/ materna eseguiti dall' i.r.c. medici ed infermieri d'emergenza 118 .

- Educazione sanitaria sulla medicazione di ferite semplici ed escoriazioni.

- Istituzione di un servizio di assistenza domiciliare specifica per i pazienti affetti da patologie oncologiche in fase terminale, con particolare attenzione alla diffusione della terapia del dolore con incentivo del sostegno psicologico al paziente ed al nucleo familiare per i malati che si avviano al fine vita con il desiderio che cio' avvenga all'interno del proprio nucleo familiare.

- Ipotesi di creazione di uno sportello di ascolto e di sostegno per le donne colpite da violenza personale con contestuale istituzione di un numero verde a cui potersi rivolgere anche in anonimo al fine di chiedere sostegno e aiuto. In alternativa creare sinergie con quanto si sta già facendo sul territorio (SNOQ , comuni Ladispoli e Cerveteri). Per quest'ultimo punto entro 20 gg dall'insediamento organizzare un GdL con tutte le realtà interessate.

Festa Democratica

Istituzione della Festa Democratica quale strumento di confronto con la popolazione ceretana e sistema di autofinanziamento. La Festa democratica di Quartiere sarà organizzata a scadenza annuale nel periodo natalizio, in due giornate, nelle diverse realtà territoriali della città. La Festa Democratica della Città, invece, sarà organizzata nel periodo di fine Giugno ed inizio Luglio e verrà organizzata nel Capoluogo. Verrà istituito nei primi 15 gg di mandato un comitato organizzatore che si occuperà prevalentemente dell'organizzazione degli eventi in collaborazione con i vari referenti territoriali.

Rapporto con i circoli del Territorio - Roma Nord/Ovest

Farsi promotori, con scadenza semestrale, dell'organizzazione dell'incontro con i Circoli di Roma Nord/Ovest cioè, delle realtà che vanno da Tarquinia a Fiumicino passando per il comprensorio del Lago di Bracciano. Questi incontri, ovviamente, tratteranno di problemi comuni da portare, poi, all'attenzione delle strutture provinciali e regionali maggiore forza; questi incontri dovrebbero, anche, in seno al PD provinciale e regionale far acquisire a questa area maggior peso e considerazione, troppo spesso schiacciata dallo strapotere della zona dei Castelli Romani.

Presenza e rapporto con il Consiglio Comunale

A rotazione, sia i membri della Segreteria che i Presidenti dei forum si impegneranno in prima persona per la partecipazione alle sedute del Consiglio Comunale.

In seguito verranno presentate all'interno dei comitati e all'attenzione dell'assemblea tutta i verbali redatti in Consiglio Comunale cosicché si possa coordinare al meglio l'attività di opposizione del PD.

Il Capogruppo e Consigliere Comunale del PD, Carmelo Travaglia insieme al candidato Sindaco Celestino Gnazi sono invitati a partecipare a tutti i forum ed invitati permanenti alle riunioni di Segreteria e del Direttivo.

Oltre ciò, sentiamo l'esigenza di riallacciare i rapporti politici con i nostri naturali alleati di governo della città, da SEL al PSI, passando anche per tutte quelle realtà civiche che hanno sostenuto la candidatura dell' Avv. Gnazi; per questo, vorremmo istituire, compatibilmente con la volontà della controparte, le riunioni di PreConsiglio in maniera da rafforzare l'opposizione in Consiglio Comunale.

Queste riunioni verranno convocate almeno 10 gg prima del Consiglio Comunale in maniera tale da esaminare l'O.d.G. previsto e proporre all'attenzione dei Consiglieri. Si propone di aprirle a chiunque voglia partecipare ma con l'invito aperto ai Presidenti dei forum del PD, i Consiglieri Comunali, il Segretario e le delegazioni delle forze politiche alleate che vorranno partecipare.

Firmato:

Ilaria Bianchi, Maurizio Termini, Roberta Giangiulio, Luca Sinisi, Federico Schio, Marina Mongiorgi, Grazia La Manna, Emanuele Morganti, Elena Grassi, Luciano Romeo, Massimo Lepori.

Regolamento congresso PD

Estratto art. 6

1. Le Assemblee degli iscritti dei Circoli dovranno tenersi fra il 14 Ottobre e il 2 Novembre 2013, previa comunicazione da parte del Segretario di Circolo alla Commissione Federale per il Congresso.

2. Il Segretario del Circolo convoca l'Assemblea degli iscritti con almeno sette giorni di preavviso.

3.La convocazione dell'Assemblea deve essere spedita a tutti gli iscritti al Circolo e deve indicare il giorno e l'ora di inizio della riunione, l'orario e le modalità di presentazione delle candidature a Segretario e della lista collegata, il programma dei lavori e l'orario di inizio e di fine delle votazioni.)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento