menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Donne vittime di violenza, Campidoglio approva le linee guida. Raggi: "Nessuna si senta sola"

Un documento di indirizzo per tutti i soggetti istituzionali che intercettano casi di violenza nei confronti delle donne

Sono state approvate, dalla giunta capitolina, le linee guida che orientano la presa in carico integrata delle vittime di violenza di genere: sono indicazioni rivolte alle istituzioni e alle organizzazioni che operano sul territorio e che lavorano per contrastare la violenza. “Con queste Linee guida vogliamo offrire uno strumento ulteriore a chi ogni giorno lavora per la loro tutela, e quindi alle donne stesse” ha commentato Veronica Mammì, assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale.

Il documento illustra la rete antiviolenza che ha come obiettivo prioritario la sicurezza della donna (e degli eventuali figli), è centrata sulle sue esigenze, adotta un linguaggio comune e condivide procedure operative e attiva equipe territoriali multidisciplinari per la presa in carico integrata.

Tra i destinatari delle linee guida figurano i Servizi sociali e Educativi di Roma Capitale, Servizi Socio-Sanitari territoriali, Presidi Ospedalieri, Forze dell’Ordine e Polizia Locale, Scuole di ogni ordine e grado, Centri Antiviolenza, Case Rifugio, Case per la Semi-autonomia, coordinati dal Dipartimento Partecipazione, Comunicazione e Pari Opportunità di Roma Capitale.

“Per la prima volta Roma si dota di Linee Guida che permettono la strutturazione della collaborazione tra i molteplici soggetti della rete, con obiettivo comune e prioritario di difesa e supporto per le donne vittime di violenza. Un ulteriore e determinante passo in avanti perché nessuna si senta sola”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

“Mettere al centro la donna è lo scopo di queste importanti Linee Guida per la presa in carico integrata delle vittime di violenza di genere. Le professionalità e i servizi ci sono, era importante e doveroso collegarli per garantire un supporto completo alla lotta contro la violenza maschile” è infine il commento di Lorenza Fruci, delegata della sindaca alle politiche di genere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento