Multiservizi, 51 lavoratori a rischio: "L'assessore Marino trovi una soluzione"

I dipendenti della partecipata di Ama si occupano del verde scolastico. De Vito: "Vengano impiegati in altre aziende capitoline". Venerdì sul caso si terrà una commissione Trasparenza

Un momento di protesta dei dipendenti di Roma Multiservizi

Nei mesi scorsi le proteste contro la revoca dell'appalto per le 'scuole' a Roma Multiservizi aveva sollevato accese proteste tra i lavoratori costringendo l'amministrazione capitolina a fare un passo indietro. Nei prossimi giorni un altro caso legato alla municipalizzata partecipata al 51% da Ama è destinato a finire sul tavolo dell'assessore all'Ambiente Estella Marino: 51 dipendenti di Roma Multiservizi addetti alla manutenzione del verde scolastico rischiano di perdere il posto. Per martedì prossimo in via delle Vergini era stata convocata una commissione Trasparenza per affrontare il caso poi rinviata, con molta probabilità, a venerdì.

“Tutto è iniziato durante l'amministrazione Alemanno quando Multiservizi ha perso il bando per la manutenzione del verde scolastico vinto al ribasso da un consorzio temporaneo d'impresa che unisce un gruppo di vivai” spiega Massimo Fofi dell'Unione sindacale di base che sta seguendo la vertenza dei lavoratori. “Nel firmare il nuovo contratto però non è stata inserita la clausola sociale per garantire l'assorbimento del personale che si occupava del verde pubblico. Così per i 51 lavoratori, inizialmente 32, tra febbraio e marzo sono partite le procedure di licenziamento” continua Fofi. “Con l'assessore all'Ambiente della giunta Marino abbiamo avuto una serie di incontri per trovare una soluzione. Ma ora rimane poco tempo”.

Una proposta ai dipendenti a rischio è stata avanzata: “Lavorare 15 ore a settimana per otto mesi” spiega un lavoratore. “Una proposta irricevibile se consideriamo che con 30 ore settimanali lo stipendi è di poco superiore agli 800 euro al mese e per quanti hanno la fortuna di svolgere 40 ore settimanali si arriva a mille. Con 15 ore ci dovremmo accontentare di 400 euro. Tra noi ci sono padri di famiglia. Come facciamo ad accettare una proposta del genere?”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La speranza è che con la commissione capitolina si riesca a tracciare la strada per una risoluzione della vertenza. “All'incontro sarà presente anche l'assessore all'Ambiente Estella Marino” spiega il consigliere del Movimento cinque stelle Marcello De Vito, vicepresidente della commissione Trasparenza. Sulla vertenza era già stata presentata una mozione consiliare.“Chiederemo che questo personale venga reimpiegato in altre aziende capitoline o in altri appalti dove il servizio è scoperto. Per esempio la cura dei cimiteri dove si registra una mancanza di personale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento