rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Roma green

"Roma green" in 11 mosse: le proposte di Legambiente per i primi 100 giorni di Gualtieri

Scacchi (Legambiente Lazio): “Al Sindaco chiediamo con 11 azioni di rimettere l’Ambiente al centro”

Legambiente Lazio ha stilato un’elenco di iniziative che il Sindaco Gualtieri e la sua giunta dovrebbero adottare per trasformare la capitale, rendendola una città più green.

Azioni veloci e coraggiose

Si va dalla pedonalizzazione del Colosseo alle misure ispirate alla mobilità sostenibile. Ma non solo. L’associazione del cigno verde chiede di scommettere anche sull’educazione ambientale, sulle scelte de compiere nella gestione dei rifiuti, sugli alberi da mettere a dimora. Tante azioni “veloci, economiche e coraggiose – ha premesso Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – per porre l’Ambiente al centro dell’idea di futuro della Capitale”.

Domeniche ecologiche e pedonalizzazione

Quali sono queste scelte che l’amministratore capitolino dovrebbe compiere. Innanzitutto dovrebbe lavorare per pedonalizzare il Colosseo, sviluppando il progetto avviato da Ignazio Marino, che aveva puntato sull’interdizione alle auto di via dei Fori. Contestualmente dovrebbe aumentare il numero di domeniche ecologiche, oggi solo 4 appuntamenti l’anno, portandole ad essere “almeno una al mese”.

La gestione dei rifiuti e gli impianti

Sul fronte dei rifiuti Legambiente chiede di tornare a scommettere sulla raccolta porta a porta, “scesa dal 33 al 32%” fanno sapere. Per riuscirvi occorre innanzitutto riportarla nei luoghi dove era già stata avviata, a partire da Colli Aniene. Tra le cose chieste al neosindaco da fare, c’è anche quella di potenziare l’impiantistica necessaria per gestire i rifiuti. Per questo, secondo Legambiente, c’è bisogno di dotare la capitale di biodigestori anaerobici per l’organico, la frazione più problematica in termini di miasmi e percolato. “Oggi esistono due progetti in via di realizzazione” si legge nel dossier. Uno si trova a Cesano e l’altro a Casal Selce. “Ma sono in grado di accogliere al massimo 60 tonnellate l’anno. Il punto è che la città produce 250mila tonnellate l’anno di rifiuti organici, per questo Legambiente suggerisce, da subito, di lavorare ad un upgrade degli attuali impianti.

Patrimonio forestale e mobilità sostenibile

Gualtieri è anche stato invitato a potenziare la dotazione forestale di Roma, attraverso la piantumazione di 50mila alberi in 100 giorni. Un risultato che potrebbe essere conseguito lavorando in sinergia con il volontariato, come fa Legambiente arrivando a piantumare 3mila essenze durante la giornata dell’albero. Tra le altre richieste figurano quella di chiudere l’iter per il GRAB e di trasformare le bike lane in ciclabili vere e proprie; viene richiesta anche la riapertura dei 3 km di linea tramviaria tra Centocelle e Giardinetti, in grado di fornire un’alternativa al ricorso dell’automobile per 300mila utenti.

Roma verso la transizione ecologica

“Mettiamo insieme elementi che servono a segnare un’impronta indelebile sull’avvio della consiliatura ma soprattutto nel consegnare a Roma un protagonismo nuovo nelle politiche concrete verso la transizione ecologica, nel contrasto alle emissioni climalteranti, nella mitigazione dei rischi provocati dal cambiamento climatico e nell’adattamento del suolo alla febbre del pianeta – ha concluso Roberto Scacchi – Per farlo, in pochi atti, si mettono in strada più mezzi pubblici collettivi e meno auto, si costruisce più economia circolare e meno discariche, si da ossigeno ai quartieri, si ferma l’avanzata del cemento, si aumenta la cura per il tessuto urbano e per la condivisione delle scelte future, si riscopre l’immensa bellezza della nostra magnifica città”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Roma green" in 11 mosse: le proposte di Legambiente per i primi 100 giorni di Gualtieri

RomaToday è in caricamento