Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Elezioni Roma 2021, kermesse della Lega alla Bocca della Verità: Salvini lancia la volata per la Capitale

Il grande palco è stato allestito con l'azzurro predominante 'trasmettendo' in piazza le note di Claudio Baglioni, mentre tutto intorno palloncini tricolore sono stati ancorati alle transenne

Foto dalla pagina della Lega

Centinaia di persone in piazza bocca della Verità. Tutti a sostenere Lega. Il partito di Matteo Salvini si è preso così una delle piazza più importanti di Roma con un grande palco, allestito con l'azzurro predominante e trasmettendo le note di Claudio Baglioni, mentre tutto intorno palloncini tricolore sono stati ancorati alle transenne. Tra i presenti anche Annalisa Minetti, il ceo di Yamamay e Carpisa Gianluigi Cimmino, lo chef Alessandro Circiello, Giulia Bongiorno con Nicola Porro e Hoara Borselli ad introdurli.

Ed è stata proprio Minetti ad aprire la kermesse con l'inno di Mameli cantato in versione pop. Poi la scena è stata presa al 'capitano' Matteo Salvini: "Stiamo lavorando come matti dentro al governo per la ripartenza, per la liberazione di energie e posti di lavoro, per il taglio delle tasse e brevissimo dalla liberazione delle mascherine all'aperto che ormai in tutta Europa sono archiviate", ha detto parlando con la stampa poco prima dell'inizio della manifestazione. Matteo Salvini a margine commenta che quella di Roma è "una piazza bellissima. Che entusiasmo questa piazza, è la prima grande, sicura e 'mascherinata' manifestazione dopo un anno di paura. Noi vogliamo - spiega - mettere l'amore del paese prima dell'interesse del partito".

"A Roma il centrodestra punta sull'orgoglio, su una città che torni capitale, su sicurezza e decoro, velocità e mezzi pubblici, rifiuti che diventano energia. Lasciamo le polemiche su storie e morti ad altri, noi ci occupiamo di vita vera reale, io comincio e finisco dalle periferie", ha aggiunto ancora per poi azzardare poco dopo sul palco: "Daje".

Tra i presenti anche Simonetta Matone, in tandem per il centrodestra con Enrico Michetti, candidato sindaco a Roma: "Ho deciso di mettere la mia professionalità, disponibilità ed esperienza al servizio di Roma che non può essere soltanto cassonetti nauseabondi che strabordano, topi e cinghiali. Dobbiamo cambiare radicalmente questo stato di cose con una missione globale che riporti Roma al centro d'Europa e in cui abitare sia un piacere e un onore", ha detto Matone.

Secondo Michetti, "l'avversario" da battere per le prossime elezioni sarà "l'astensionismo": "Significherebbe che il nostro sogno non ha appassionato i romani- spiega - abbiamo un grande programma e registriamo entusiasmo. Vogliamo una Roma pulita, sicura, efficiente". Michetti, poi, spiega la sua ricetta per vincere: "Mi ricordo il giorno in cui venni candidato, la mattina alle 9 ci siamo visti con Matteo e tutta la sua squadra e ci siamo messi al lavoro sui progetti per ridare dignità a questa città. Abbiamo parlato di trasporti, ogni giorno qui si registrano non solo l'inefficienza ma gli autobus in fiamme. Noi abbiamo un patrimonio unico, monumenti millenari lo dobbiamo proteggere e salvaguardare. Dovremmo avere quattro volte i turisti che abbiamo ma li dobbiamo accogliere con una Roma pulita, efficiente e sicura".

lega roma-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma 2021, kermesse della Lega alla Bocca della Verità: Salvini lancia la volata per la Capitale

RomaToday è in caricamento