Nel Lazio crescono i centri per l’impiego: “A dicembre le prime assunzioni”  

Nella delibera della Giunta Regionale 15 nuove sedi e 9 nuovi uffici territoriali. Di Berardino: “Entro l’anno primi 35 assunti dei 355 nuovi dipendenti selezionati con concorso”  

“Con la delibera votata oggi dalla Giunta regionale, si compie un passo importante sul tema dell'organizzazione della Rete dei servizi pubblici per il lavoro nel Lazio, sia in termini quantitativi che qualitativi” - così l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, ha annunciato l’arrivo di 15 nuove sedi e 9 nuovi uffici territoriali. 

Centri per l'impiego: prime assunzioni "entro dicembre"

Dalla Pisana parlano di “cinque grandi interventi” quali rafforzamento delle competenze e del numero degli addetti, digitalizzazione dei servizi, potenziamento infrastrutturale e ammodernamento degli uffici esistenti. “In particolare, già entro la fine del mese di dicembre, saranno assunti i primi 35 dei 355 nuovi dipendenti, selezionati con 7 diversi bandi di concorso per specifiche professionalità”. 

Centri per l'impiego: nel Lazio 15 nuove sedi e 9 nuovi uffici territoriali

Per quanto concerne le strutture, nasceranno 15 nuove sedi dell’agenzia spazio lavoro, alcune delle quali dal potenziamento degli sportelli territoriali. 
 
Le nuovi sedi sono: Alatri (Frosinone); Ceccano (Frosinone); Fiuggi (Frosinone); Aprilia (Latina); Terracina (Latina); Passo Corese – Fara in Sabina (Rieti); Roma Casalbertone (Roma); Roma Testaccio (Roma); Roma Torre Spaccata (Roma); Fiano Romano; Fiumicino (Roma); Genzano di Roma (Roma); Zagarolo (Roma); Montefiascone (Viterbo); Vetralla (Viterbo). Questi, invece, i nuovi sportelli territoriali: Ceprano (Frosinone); San Donato Val di Comino (Frosinone); Minturno (Latina); Priverno (Latina); Amatrice (Rieti); Antrodoco (Rieti); Pescorocchiano (Rieti); Municipio I Colosseo (Roma); Bagnoregio (Viterbo). Il numero delle sedi principali passa dunque dalle attuali 35 a 50. 

Il piano di potenziamento dei servizi per l'impiego

Un ulteriore tassello del piano di potenziamento che poggia su una dotazione economica di 95 milioni di euro. “L’ammodernamento della rete dei servizi per l’impiego non era più rinviabile. La nuova agenzia Spazio Lavoro - ha spiegato Di Berardino - permetterà di ottimizzare le risorse a disposizione, offrendo a cittadini e imprese servizi efficienti, interconnessi e in grado di dare nuove risposte grazie anche alle professionalità presenti e future nei cpi”.
 
Un cambiamento radicale reso ancora più necessario dalla crisi innescata dalla pandemia. In tale ottica l'agenzia Spazio Lavoro “sarà lo strumento attuativo per creare un match tra imprese, formazione e persone in cerca di occupazione nonché per un garantire una sempre migliore efficienza delle misure di politica attiva del lavoro”. Un percorso che, ha tenuto a specificare l’assessore, “ha visto anche il corretto coinvolgimento delle organizzazioni sindacali e delle parti datoriali”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento