Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Raccordo al buio, aggiudicati i lavori: contro i furti cavi di alluminio e impianti antifurto

Gli interventi riguarderanno Gra e Roma Fiumicino, due delle arterie più interessate dai flussi di traffico in occasione del Giubileo. La consegna è prevista nei prossimi 6 mesi

Il raccordo al buio ha i giorni contati. E' stata infatti aggiudicata la gara d'appalto per i lavori all'impianto d'illuminaziona dell'A90 e dell'A91. A seguito dell’aggiudicazione della gara Anas informa che "è stato attivato l’iter per la consegna in via di urgenza dei lavori relativi al ripristino degli impianti di illuminazione".
 
I lavori sono stati aggiudicati in via definitiva all’impresa Consorzio Cooperative Costruzioni CCC Società Cooperativa con sede a Bologna. A valle della stipula del relativo contratto con l’impresa, data l’urgenza, gli interventi saranno eseguiti su più turni nell’arco delle 24 ore, per 7 giorni la settimana ed avranno una durata di circa 6 mesi.

In particolare, saranno utilizzati cavi in alluminio - materiale con valore inferiore al rame e quindi meno appetibile - che saranno interrati per circa 1,5 metri con condotte cementificate. Le cabine elettriche saranno inoltre dotate di sistemi antieffrazione e sorveglianza e di sistemi che localizzano in tempo reale il taglio del cavo e ne individuano posizione e natura, consentendo di intervenire immediatamente. Saranno inoltre sostituite le attuali lampade con LED di ultima generazione sull’intero GRA (con un risparmio energetico del 35%) e tramite un sistema di telecontrollo potrà essere regolato il flusso luminoso di ciascun singolo corpo illuminante in funzione delle condizioni ambientali, così come previsto dalle leggi sull`inquinamento luminoso.

Nell’ambito dell’intero programma dei lavori, gli interventi prioritari riguarderanno il tratto del Grande Raccordo Anulare che si collega all’autostrada Roma-Fiumicino e la stessa autostrada per garantire, in piena sicurezza, i grandi flussi veicolari previsti in occasione del Giubileo.
 
Entrambe le arterie, nel corso degli ultimi anni, sono state oggetto di frequenti furti di cavi elettrici che hanno compromesso il regolare funzionamento degli impianti tecnologici e di illuminazione. Per evitare il ripetersi di simili episodi, il progetto Anas prevede, oltre al ripristino delle linee elettriche, l’impiego di tecnologie di ultima generazione e di sistemi antifurto/antieffrazione.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccordo al buio, aggiudicati i lavori: contro i furti cavi di alluminio e impianti antifurto

RomaToday è in caricamento