Politica

A24, via ai lavori per le complanari tra Roma Est e via Palmiro Togliatti

Questa mattina il sollevamento della prima trave prefabbricata a Lunghezza. L'opera sarà consegnata tra 37 mesi e costerà in tutto 256 milioni di euro. Matteoli: "Aiuterà i pendolari"

Con il sollevamento della prima trave prefabbricata presso il cantiere della Toto Costruzioni Generali S.p.A., a Lunghezza, oggi hanno preso ufficialmente il via i lavori per la realizzazione delle complanari sul tratto urbano dell’autostrada A24 (Roma-L’Aquila-Teramo) tra la Barriera di Roma Est e Via Palmiro Togliatti. La cerimonia è avvenuta alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, degli assessori capitolini Ghera e Aurigemma, di Luca Malcotti, assessore alla infrastrutture della Regione Lazio, Giovanni Castellucci, amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, Lelio Scopa presidente dell’Autostrada dei Parchi e Pietro Ciucci, presidente dell’Anas. Al finanziamento dell'opera concorrono Strada dei Parchi, Ministero dei Trasporti attraverso Anas, Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Roma per complessivi 256 milioni di euro. I lavori saranno conclusi a giugno 2014.

I LAVORI: I lavori si articoleranno in diverse fasi che prevedono la maggiore armonia possibile con il tessuto urbano dove il tratto è inserito. In particolare, le operazioni saranno eseguite compatibilmente con i limiti sonori e ambientali e durante le ore diurne le attività verranno svolte garantendo sempre, come oggi, due corsie di transito per ogni senso di marcia. Tutte le operazioni che invece potrebbero determinare eventuali turbative al traffico e rallentare la circolazione, verranno eseguite in orario notturno con la chiusura del tratto autostradale interessato. Inoltre, la soluzione progettuale prescelta consentirà di ridurre al minimo la necessità di occupare la corsia di
emergenza che pertanto rimarrà disponibile ai mezzi di soccorso. Strada dei Parchi ha attivato uno speciale servizio di viabilità/antincendio, disponibile 24 ore su 24, per garantire un’adeguata assistenza al traffico ed intervenire tempestivamente in caso di necessità, sia per prestare il primo soccorso sia per rimuovere eventuali veicoli in panne. La realizzazione dell’opera viaria
durerà 37 mesi, con ultimazione prevista per il mese di giugno 2014, e costerà 256 milioni di euro.



IL MINISTRO MATTEOLI: Ad avviare simbolicamente il sollevamento della prima trave dei lavori il Ministro alle Infrastrutture Altero Matteoli: “In tre anni di crisi – sono state le parole di Matteoli – non abbiamo corso come una Ferrari ma come un diesel. A Roma e Provincia abbiamo investito 10 miliardi di euro in opere pubbliche. Quello che serviva e che potevamo fare è stato fatto. Queste complanari erano attese da molto tempo, dai cittadini, dai pendolari e dalle piccole e medie imprese di questo territorio”.  

LA REGIONE: A rappresentare la Regione Lazio, Luca Malcotti, assessore ai lavori pubblici e alle infrastrutture: “La Regione Lazio attiverà tutti gli strumenti necessari affinché i lavori terminino anche prima del previsto. Un’opera prioritaria coperta, in un primo momento, dai fondi FAS. In seguito al piano di risanamento del Servizio Sanitario Regionale tutte le risorse sono state destinate alla copertura del deficit sanitario, ma la Regione Lazio ha comunque deciso di coprire l’opera con fondi propri. Il nostro finanziamento – ha concluso Malcotti - è pari a 50 milioni di euro su un totale di 256 milioni. Puntiamo molto su quest’opera, che faciliterà soprattutto i pendolari”.

LA PROVINCIA: “Un’opera importante – ha spiegato il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti – una risposta concreta alla voglia di crescere di questo Paese. Dobbiamo aiutare i sistemi urbani complessi come quelli di questo quadrante che cercano di dare continuità alla crescita economia, e tutto ciò che aiuta la mobilità è una risposta a questo. Un’opera che interviene
concretamente su due temi importanti quali la qualità della vita ed il diritto alla mobilità. Seguiremo questi lavori affinché vengano si corra nel cantiere, e quando la strada sarà pronta ognuno rispetti i limiti di velocità”.

ANAS “La realizzazione delle due complanari – ha affermato il Presidente dell'Anas, Pietro Ciucci -, una per ogni carreggiata, e la conseguente separazione dei flussi di traffico locali da quelli di più lunga distanza, consentirà di aumentare la capacità di trasporto in entrambe le direzioni (in uscita da Roma per L’Aquila e viceversa). Saranno così ridotti i tempi di percorrenza, migliorati i livelli di sicurezza con un abbassamento del tasso d’incidentalità. La nuova configurazione della geometria dello svincolo di interconnessione tra l’autostrada A24 e l’autostrada del Grande Raccordo Anulare - con l’inserimento di due nuove rampe di maggior lunghezza – permetterà, inoltre, di diminuire l’attuale  reciproca interferenza tra il traffico in transito lungo l’autostrada A24 e quello del GRA”.

STRADA DEI PARCHI: “Il cantiere avviato oggi, tra i più grandi del genere nel Centro Italia - ha sottolineato Lelio Scopa, Presidente di Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade A24 ed A25 – costituisce un investimento infrastrutturale di grande importanza che gli utenti autostradali e l comunità locale attendevano da anni; esso consentirà un sensibile miglioramento della circolazione, del livello di servizio offerto e degli standard di sicurezza, grazie al rilevante impegno cui hanno contribuito, oltre a Strada dei Parchi, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso Anas S.p.A., la Regione Lazio, la Provincia e il Comune di Roma”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A24, via ai lavori per le complanari tra Roma Est e via Palmiro Togliatti

RomaToday è in caricamento