Politica

Multiservizi, i lavoratori scrivono a Papa Francesco: "Preghi per noi"

A mostrare la lettera un centinaio di dipendenti che questo pomeriggio ha protestato nella piazza del Campidoglio

Arriverà fino a Papa Francesco la protesta dei lavoratori di Roma Multiservizi. Un centinaio di dipendenti dell'azienda partecipata dall'Ama hanno presentato la nuova protesta nel corso dell'ennesimo presidio in Campidoglio mentre dentro a Palazzo Senatorio è in corso il Consiglio Comunale. Come hanno spiegato i presenti domani la lettera verrà consegnata al Santo Padre. Nel mirino la decisione del Campidoglio di vendere le proprie quote di partecipazione affidando di fatto l'appalto ad un'altra ditta.

Si legge nella lettera: “Santo Padre le scrivo per renderla a conoscenza di un problema che interessa 3.800 famiglie, molte delle quali cristiane e devote al Signore: sono gli operai della Roma Multiservizi i quali non chiedono altro che un posto di lavoro che gli è stato sottratto ingiustamente, senza scrupolo e senza criterio, e quel briciolo di dignità che gli è rimasta. Sono le famiglie di madri di bambini e ragazzi portatori di handicap, mogli rimaste vedove, mogli di mariti invalidi che devono gestire da sole l'intera famiglia. Tutte persone che lavorano da 20 anni con sacrificio e dedizione negli enti pubblici come scuole, pulmini scolastici e asili nido. Non togliamo a queste persone il sorriso dai loro volti. La prego Santo Padre di ascoltare le parole di queste operai e pregare per noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multiservizi, i lavoratori scrivono a Papa Francesco: "Preghi per noi"

RomaToday è in caricamento