Politica

Manutenzione bus Atac, salta la proroga con Corpa: licenziati 128 lavoratori

L'azienda non ha accettato la proposta della municipalizzata

La protesta di settembre sotto la Prefettura (Immagine di repertorio)

Da oggi per i bus Atac che avranno dei guasti lungo le strade cittadine non ci sarà più alcuna manutenzione. È scaduta ieri infatti la proroga dell'appalto all'azienda Corpa che si occupa di manutenzione e recupero dei mezzi per conto della municipalizzata dei trasporti e il contratto non è stato rinnovato. "L’effetto più devastante della vicenda è che da domani i lavoratori rimarranno a casa senza lavoro e senza stipendio" denuncia l'Unione sindacale di base. "Corpa ha già iniziato il ritiro di mezzi e attrezzature utilizzati fin qui per garantire il servizio". In totale 105 persone assunte a tempo indeterminato e 23 a tempo determinato.

Da oggi i bus guasti sono destinati a rimanere per strada con inevitabili conseguenze sul servizio. È già successo in passato. Tra settembre e ottobre del 2017 i lavoratori senza stipendio dal luglio precedente avevano bloccato le attività e avviato una protesta per vedersi riconoscere i pagamenti arretrati. Dall'inizio dell'appalto si erano ritrovati più volte in quella situazione. E in concomitanza delle proteste i bus gusti erano stati parcheggiati in strada in attesa di essere aggiustati e trasportati. Tra le motivazioni, i ritardi di Atac nei pagamenti. Ad ottobre Atac e Corpa si erano incontrate in Prefettura per risolvere la situazione e da allora i versamenti sono stati costanti e puntuali. 

La 'data di scadenza' dell'8 marzo era conosciuta da tempo da entrambe le parti. L'appalto, però, non è stato prorogato. Ieri, secondo quanto appreso da Romatoday, la proposta inviata da Atac non è stata accettata da Corpa che ha ritenuto che non ci fossero più le condizioni per continuare. Le lettere di licenziamento per i lavoratori sono già partite. 

"La proroga del contratto è stata rifutata dallo stesso fornitore" scrive Atac in una nota. "Corpa ha rifiutato ieri l'accordo da tempo proposto da Atac e condiviso da Corpa nei termini essenziali fin dal dicembre 2017". L'azienda sottolinea inoltre "che la mancata erogazione del servizio da parte di Corpa è illegittima e comporterà la sospensione di tutte le intese con il fornitore. Atac si riserva di segnalare il comportamento di Corpa alle competenti autorità e di chiedere alla stessa Corpa i danni all’esercizio del trasporto pubblico e di immagine che deriveranno dalla mancata erogazione del servizio". 

Già da questa mattina nelle officine sono stati predisposti dei corsi di formazione per il personale interno. Vigilano i sindacati. In una nota che porta la data di ieri indirizzata all'assessora ai Trasporti, Linda Meleo e all'amministratore delegato Paolo Simioni i rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal hanno scritto: "Si tenta di correre ai ripari distogliendo il personale di officina già in gravissima difficoltà, dato il non corretto approvvigionamento dei ricambi e la carenza ormai cronica di operai, i quali nonostante gli accordi sottoscritti non sono mai stati formati per effettuare questo tipo di interventi, diffidiamo quindi l'azienda nell'intraprendere tale iniziativa in assenza di sicurezza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione bus Atac, salta la proroga con Corpa: licenziati 128 lavoratori

RomaToday è in caricamento