Latte materno negli asilo nido: è ok dall'Aula alla delibera Pd

A prima firma del capogruppo dem Michela Di Biase, la proposta è passata in Assemblea capitolina. "Oggi è un giorno importante, ora siamo più vicini a mamme e bambini"

Immagine archivio

Latte materno consegnato dalle mamme agli asilo nido, per consentire di non interrompere l'allattamento con il rientro a lavoro dalla maternità. L'Assemblea capitolina ha approvato all'unanimità con 36 voti favorevoli la delibera 1/2017 a prima firma della capogruppo del Partito democratico, Michela Di Biase, che prevede l'istituzione del servizio a partire dal prossimo anno scolastico, quindi da settembre. Ieri la presentazione in conferenza stampa in Campidoglio insieme alle consigliere dem Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giulia Tempesta, alla presenza di diverse associazioni e il successivo voto in Aula.  

Oggi, ha detto Di Biase, "è un giorno importante, il Pd presenta una delibera che chiede di istituire il servizio di allattamento all'interno dei nidi del Comune di Roma. Ad oggi, infatti, non in tutti è consentito poter consegnare il latte materno da parte delle mamme che ne fanno richiesta: è una situazione paradossale, con le mamme romane che devono lasciare i piccoli a 4 mesi nel nido per tornare al lavoro e per questo devono ricorrere al latte artificiale".

In alcuni asili, ha sottolineato la capogruppo prima del voto, "già si può fare grazie al protocollo virtuoso tra Asl e servizi scolastici che permette di proseguire l'allattamento materno al seno anche nei nidi. Per noi è un momento importante, teniamo molto a questa proposta voluta dalle donne del Pd ma che non parla solo alle donne bensì alla generazione a cui più teniamo, quella dei nostri figli. È una questione che attiene alla vita stessa del bambino e alla sua crescita, ci auguriamo che venga votata oggi all'unanimità perchè non ci devono essere distinzioni politiche su argomenti come questo: se approvata dall'Aula la delibera da settembre sarebbe operativa, e ci auguriamo che anche altri comuni possano cogliere e assumere questa proposta".

L'allattamento, ha commentato Baglio, "previene i tumori al seno ed è importante per l'aspetto psicologico e la salute delle mamme e del bambino. Le istituzioni devono mettersi al fianco dei bimbi e delle mamme nel percorso meraviglioso dell'allattamento. Abbiamo già discusso in commissione Scuola della proposta, tutti erano concordi ma sono state avanzate preoccupazioni secondarie rispetto ad aspetti come frigoriferi e scaldabiberon: mi auguro che la soluzione di questi problemi venga demandata agli uffici tecnici come è giusto che sia e l'Aula si concentri sulle reali intenzioni della delibera. Mi auspico che ci sia sinergia con le altre forze politiche". 

Secondo Piccolo "chi si sacrifica è sempre la donna, e questo è un modo per stare accanto alle mamme e aiutare anche le maestre d'asilo". Anche per Tempesta "fare la mamma oggi è più difficile rispetto alle generazioni passate e questo è un aiuto che Roma dà alle giovani coppie e mamme che hanno voluto mettere al mondo un figlio in una situazione che sappiamo per gli asili di Roma non essere proprio semplice, e proprio per questo ci terremmo ad avere l'unanimità dell'Aula. Un Paese che aiuta le donne è un Paese che cresce meglio". 

In particolare, il testo della delibera prevede "di promuovere l'attivazione all'interno degli asili nido capitolini di un servizio a favore delle madri che ne facciano formalmente richiesta finalizzato alla conservazione e somministrazione del latte materno; di impegnare il Dipartimento servizi educativi e scolastici affinchè provveda a tutti gli adempimenti amministrativi necessari all'avviamento dello specifico servizio, compresa la stesura di un apposito protocollo per la corretta gestione del latte materno destinato ai bambini inseriti negli asili nido capitolini e per la comunicazione alla cittadinanza (nella stesura del protocollo dovranno essere esplicitamente richiamate le specifiche norme igieniche e i principi di sicurezza alimentare nelle operazioni di prelevamento, trasporto, conservazione e somministrazione del latte materno nonchè per il mantenimento del suo alto valore nutritivo); di impegnare i Municipi al recepimento del protocollo e all'avviamento concreto del servizio"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento