Politica

Cirinna'-Azuni: abbiamo vinto noi "la madre di tutte le battaglie"

E' la dichiarazione di Monica Cirinnà e Gemma Azuni, consigliere d'opposizione che avevano presentato il ricorso al tribunale amministrativo per il rispetto della rappresentanza paritaria

"Abbiamo vinto piegando il Sindaco, costringendolo al rimpasto prima del prossimo 22 febbraio, giorno in cui con molte probabilità il TAR avrebbe discusso nel merito il nostro ricorso, decidendo di nuovo lo scioglimento della Giunta di Roma Capitale". E' la dichiarazione congiunta delle consigliere Monica Cirinnà e Gemma Azuni a proposito del ricorso  presentato al tribunale amministrativo. Quell' "abbiamo vinto" riferito sia al rispetto dello Statuto sia al fatto che si sarebbe trattato solo di una manovra difensiva da parte del centro-destra.

Un ricorso presentato oltre un anno fa e denominato "la madre di tutte le battaglie" per il rispetto dell'articolo 5 comma 3 dello Statuto del Comune di Roma, ovvero la rappresentanza paritaria all'interno della giunta. "La nostra non era nè una posizione ideologica nè tantomeno una bieca battaglia ostruzionistica o di parte" ma sottolineano come  è evidente che si tratta solo di una mossa preventiva  da parte del sindaco per non perdere davanti al Tar il 22 febbraio.

"Non si illudano le donne del centro-destra: con questo nuovo rimpasto non c'é alcuna volontà di rispetto della rappresentanza paritaria da parte del Sindaco. Lo abbiamo piegato solo per paura, paura del crollo della sua traballante e rissosa maggioranza davanti allo spettro di un nuovo azzeramento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cirinna'-Azuni: abbiamo vinto noi "la madre di tutte le battaglie"

RomaToday è in caricamento