Katia Ziantoni nuova assessora ai Rifiuti, monta la polemica: "Un flop le sue azioni in municipio"

Da destra a sinistra le opposizioni commentano duramente la scelta di Virginia Raggi. A parlare di fallimenti di Ziantoni anche il consigliere regionale, ex grillino, Marco Cacciatore

Katia Ziantoni, il nuovo assessore ai Rifiuti della giunta Raggi

Per qualcuno ha già dimostrato scarse capacità ricoprendo lo stesso ruolo a livello municipale, per qualcun altro una nomina che arriva a otto mesi dalla fine del mandato altro non è che un aggravio di costi. Roma ha una nuova assessora ai rifiuti, dopo un anno e mezzo di vuoto, ma il nome scelto da Virginia Raggi ha già fatto montare le polemiche. Katia Ziantoni, già assessora ad Ambiente e Mobilità in VI municipio, storica attivista dell'area est della città, si prepara a ricoprire l'incarico rimasto scoperto dalle dimissioni di Pinuccia Montanari, non piace alle opposizioni. E nemmeno a chi nel Movimento Cinque Stelle ha militato anni. 

Chi è Katia Ziantoni e cosa ha fatto in municipio

La prima critica infatti arriva proprio da un ex grillino, il consigliere regionale Marco Cacciatore, presidente della commissione Rifiuti alla Pisana. Di Ziantoni elenca quelli che a suo dire non sono altro che fallimenti. "La raccolta dei rifiuti porta a porta, esperimento di punta della giunta Raggi, si è rivelata un fallimento totale, tanto che in alcune aree del VI Municipio si è dovuti tornare indietro alla raccolta stradale" ha spiegato il consigliere, che ha detto addio al M5s dopo liti e scontri proprio sul tema rifiuti. 

"Ziantoni era fautrice del passaggio dalle 'trasferenze' (deposito a terra dei rifiuti in attesa del carico verso gli impianti) al trasbordo di rifiuti (passaggio direttamente da camion a camion) - ricorda ancora il consigliere - ma le due pratiche non sono intercambiabili, come si è visto con il fallimentare tentativo di Saxa Rubra. La possibile soluzione di trasferenze diffuse sul territorio, al contrario, non è stata mai presa in considerazione". E ancora: "Ziantoni si è espressa per interventi di manutenzione dell'impianto di Rocca Cencia. Tali interventi erano anche stati inseriti nell'accordo Roma-Regione a ridosso della scelta di Malagrotta2 come discarica della Capitale. Eppure le inchieste della magistratura dimostrano che niente, in realtà, è stato ancora fatto". 

"Una scelta rovinosa" la nomina di Ziantoni anche per la consigliera di centrosinistra, capogruppo di Roma torna Roma, Svetlana Celli. "Dopo due anni di imbarazzante inerzia, in cui è accaduto praticamente di tutto, e a meno di uno dalla fine della consiliatura, la sindaca Raggi nomina come nuovo assessore ai Rifiuti, l'attuale responsabile delle politiche ambientali e alla mobilità del Municipio VI. Una scelta rovinosa sin dall’inizio a mio giudizio, uno perché strappa da un territorio in perenne affanno, proprio in termini di rifiuti e decoro urbano, una figura fondamentale, due in quanto la Ziantoni non ha di certo brillato per efficacia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla stessa linea anche il consigliere della Lega Davide Bordoni. "A sei mesi dalla fine della consiliatura un Assessorato bicefalo Ambiente – Rifiuti ci sembra solo un aggravio di costi. Rimescolare caselle potrebbe non bastare per sciogliere i nodi in Ama e fare chiarezza sul futuro della società. Temiamo invece che si voglia serrare le fila in vista del voto". Idem per Fratelli d'Italia. "Dalla cacciata di Pinuccia Montanari sono trascorsi quasi due anni in cui Roma è rimasta senza un assessore ai rifiuti e adesso la Raggi, come ha fatto con l'assegnazione di altre poltrone privilegiando attivisti grillini invece di persone altamente competenti, avrebbe indicato Katia Ziantoni per tale carica" commenta il consigliere meloniano Francesco Figliomeni. "Peccato che, visionando il curriculum della titolare all'ambiente del VI municipio, non ci appaiono le competenze che invece sarebbero necessarie unitamente ad una capacità programmatica e rilanciare veramente il settore dei rifiuti che, con i 5 Stelle in Campidoglio, si è aggravato notevolmente con montagne di spazzatura in strada che attira topi, gabbiani e cinghiali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento