Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Italia Viva apre sede a Roma: Renzi si prende l'ex storico circolo del Pd

Il vicesegretario del Pd Lazio Enzo Foschi: "Nessuno sfratto, abbiamo semplicemente deciso di non rinnovare il contratto d'affitto". Ma Italia Viva starebbe chiedendo gli arretrati

Apre la prima sede italiana di Italia Viva e lo fa in un posto per nulla casuale. Matteo Renzi ha scelto come suo quartier generale l'ex circolo dem di via dei Cappellari. Un cambio di inquilinato carico di polemiche, per qualcuno un po' uno "sfratto" del senatore fiorentino ai vecchi amici. 

Ieri l'inaugurazione con il nuovo logo rosa dei renziani che spicca al posto di quello che fu del Partito democratico, nel  circolo più simbolico, e antico, della Capitale. "Oggi apriamo la sede di Italia Viva nel pieno centro di Roma. Molto bella! - esulta Renzi - e, soprattutto, erede di una bella storia riformista e garantista! Ci siamo dati l'obiettivo di arrivare a cento sedi entro marzo. Che dite, ce la faremo?". 

Presenti al taglio del nastro del primo circolo renziano c'erano i coordinatori nazionali Teresa Bellanova ed Ettore Rosato, insieme a Roberto Giachetti e Luciano Nobili, che ha replicato ai primi malumori. "Nella nostra sede ci sono Moro e Berlinguer, hanno cittadinanza nel nostro Dna e c’è anche la farfalla gialla di Liliana Segre. Non c'è nessuna operazione di sfratto in corso". E ancora: "L'80 per cento degli iscritti di questo circolo storico ha scelto di non abdicare al populismo e al giustizialismo e di aderire a Italia Viva. Contestualmente si è liberata la sede e l'abbiamo presa"

Già, nessuno sfratto, come ripetuto anche dal vicesegretario del Pd Lazio Enzo Foschi. "Solo per chiarire, ricordo che il PD ha autonomamente lasciato la sede di via dei cappellari decidendo di non rinnovare il contratto (1000euro di affitto al mese sono tante). Ricordo che il circolo PD giubbonari continua ad esistere e ha recentemente fatto la sua festa del tesseramento (150 iscritti tutti residenti)". Poi l'attacco: "Noi naturalmente auguriamo ogni fortuna agli attivisti di Italia viva ma fare politica spacciando bugie è una cosa che sa di già visto e che non aiuta ad andare troppo lontano".

Nessuno sfratto, anche se a quanto si apprende da fonti interne al Pd, Italia Viva starebbe chiedendo all'associazione vicina al partito che stipulò il contratto d'affitto, gli arretrati delle mensilità non pagate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Viva apre sede a Roma: Renzi si prende l'ex storico circolo del Pd
RomaToday è in caricamento