Giovedì, 16 Settembre 2021
Politica Montesacro / Piazza Sempione

Italia Viva cresce nel III Municipio e scoppia la polemica con il Pd

Per il Pd e Leu è stata "un'operazione trasformistica". Ma il partito di Renzi assicura sostegno al presidente Caudo

Foto Fb Luciano Nobili

Mario Novelli e Emiliano Bono passano a Italia Viva. L’adesione al partito di Matteo Renzi da parte dei due consiglieri del terzo municipio è stata annunciata da Luciano Nobili, deputato e tra i fondatori di IV dalle pagine Facebook. Immediata la polemica con il Partito Democratico che ha definito quella di Italia Viva una “Operazione trasformistica”.

Novelli (ex M5s) e Bono (Lega) entrano in Italia Viva 

Sarà Mario Novelli a ricoprire il ruolo di capogruppo del partito di Renzi in seno al consiglio municipale del terzo. Novelli, ormai ex Movimento Cinque Stelle, è stato anche presidente del consiglio durante la giunta Capoccioni. Proviene da un passato di centrodestra, invece Emiliano Bono che dopo aver lasciato il PdL ha aderito a Fratelli d’Italia e infine Lega prima di approdare a Italia Viva. 

"Italia Viva mira a destabilizzare esperienze di centrosinistra"

I due ingressi non sono piaciuti al Pd e a Leu che ha accusato Italia Viva di pescare anche nelle destre: “Ormai da tempo, a tutti i livelli, Italia Viva mira alla destabilizzazione di ogni esperienza di centrosinistra. Non possiamo permettere che ciò accada anche in III Municipio. Per questo, vista la qualità della manovra trasformistica in corso – hanno detto i capigruppo del Municipio Roma III del Partito Democratico, Christian Giorgio, e di Liberi e Uguali, Matteo Pietrosante - Non permetteremo che qualcuno provi a entrare in maggioranza nel tentativo di riciclarsi e chiediamo anche al Presidente Caudo di essere conseguente nei confronti della composizione della giunta, rimuovendo chi si è prestato a questa operazione vergognosa”. 

IV si difende: "E' il Pd che lavora per consegnare Roma a Raggi"

Italia Viva invece rimanda le accuse al mittente e rincara la dose assicurando sostegno al presidente del III Municipio Giovanni Caudo: “PD e Leu forse si confondono con chi come loro sta lavorando a consegnare Roma alla Raggi fingendo di fare opposizione in Campidoglio – hanno spiegato dal partito – Il presidente Giovanni Caudo potrà contare ancor di più sul nostro supporto rispetto a forze politiche come il Pd III Municipio e ai relativi giochi di potere: sono solo assetati di poltrone e in nome di questa bramosia hanno già rischiato nei mesi scorsi di far cadere la migliore amministrazione della capitale. Non si costruisce con queste premesse un futuro insieme per Roma e per il III Municipio”.

Sui nuovi ingressi anche il commento di Enrico Cavallari, consigliere regionale di Italia Viva; “Finalmente si fa sempre più concreto il messaggio liberale e riformista di Matteo Renzi che attrae anche quel popolo che non si riconosce più in una destra schiacciata sui messaggi populisti e propagandistici, ma che vuole mantenere i propri valori ed avere una casa dove poterli esprimere”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Viva cresce nel III Municipio e scoppia la polemica con il Pd

RomaToday è in caricamento