Rifiuti, il Consiglio dice sì all'ispettore ambientale: arriva in strada la sentinella dei secchioni

Approvata la delibera M5s. La figura avrà un tesserino di riconoscimento e lavorerà in modo volontario e non retribuito. A nominarlo sarà la sindaca

Arriva anche a Roma l'ispettore ambientale, sentinella del decoro urbano pronta a cogliere in fallo chi non conferisce correttamente i rifiuti. La nuova figura è stata istituita con una Delibera approvata oggi in Assemblea Capitolina e si sviluppa nell'ambito di una collaborazione con alcune associazioni riconosciute, con le quali verranno stipulate specifiche convenzioni. L'ispettore svolgerà il proprio servizio in modo volontario e non retribuito, previa nomina da parte del sindaco e avrà inoltre un tesserino di riconoscimento.

Cosa farà l'ispettore ambientale

Come spiegato dal proponente, primo firmatario, il consigliere grillino Francesco Ardu, ecco quali saranno i compiti specifici del nuovo ispettore ambientale: informazione ed educazione nei confronti dei cittadini sul corretto conferimento dei rifiuti, controllo del territorio, verifica sulla presenza di mini discariche o situazioni di degrado ambientale, segnalazione in caso di trasgressioni del corretto conferimento dei rifiuti, anche in termini di errori di differenziata, come nel caso di mancata rimozione di deiezioni animali. 

"Gli ispettori, prima di iniziare a prendere servizio, dovranno seguire un corso di formazione di almeno 20 ore - spiega ancora il consigliere - saranno assicurati contro infortuni e malattie e avranno solo un rimborso spese tramite le associazioni di appartenenza, solo se effettivamente documentate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sentinelle non faranno le multe

"Con la deliberazione dell'Aula Giulio Cesare istituiamo una figura fondamentale per il decoro della Capitale. Non stiamo parlando di accertatori con possibilità di fare multe, non avendo questi la cosiddetta "pubblica fede". Gli ispettori potranno verificare gli illeciti e fare una segnalazione alla Polizia locale".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento