rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Politica

Non solo estate romana: in arrivo 15 "isole" per allentare la movida e rianimare spazi urbani

Oltre agli eventi classici che animeranno l'estate della Capitale, il Campidoglio studia un bando parallelo per affidare uno spazio per ogni municipio da animare con musica, arte, cultura, appuntamenti enogastronomici

Quindici spazi da riqualificare, uno per municipio, dove "dirottare" la movida che si appresta ad animare i weekend estivi di Roma, i primi completamente liberi dalle restrizioni della pandemia. Spazi polifunzionali in cui inserire attività culturali, enogastronomiche, sportive, serali e non, con il doppio fine di far rivivere singole aree urbane e di "decongestionare" le classiche piazze prese d'assalto. La proposta è già stata portata in giunta dal delegato del sindaco alle politiche giovanili, il consigliere Pd Lorenzo Marinone. 

Ora il Campidoglio lavora per pubblicare una manifestazione d'interesse che sarà aperta a privati e associazioni culturali, chiamati a gestire i singoli spazi scelti dal Comune, ancora da definire insieme ai presidenti di municipio. 

"Stiamo immaginando dei presidi culturali, per integrare l'offerta culturale dell'estate romana" spiega Marinone a RomaToday. "L'idea è quella di far vivere anche i quartieri semicentrali e periferici, delle isole, in cui attraverso un'operazione di piccola rigenerazione urbana, andremo a riqualificare un'area in ogni municipio". Un esempio che potrebbe fare da modello ispiratore: il festival che in passato ha animato la via di Riva Tevere Ostiense, sotto il Gasometro. Una rassegna di teatro, danza, concerti ma anche sport, salute e cibo che ha intrattenuto i romani da giugno a settembre. 

Il bando dell'Estate romana

Nel mentre è da definire nel prossimo mese il programma dettagliato dell'Estate romana 2022. Pubblicata in queste ore sul sito del Comune di Roma la determinazione dirigenziale per l'approvazione dell'elenco dei soggetti, che hanno risposto al bando pubblicato a febbraio, ammessi a conclusione di una prima attività di verifica dei requisiti richiesti.

Ricordiamo che il bando, del valore complessivo di 2.490.000 euro, si ripropone di integrare l'offerta culturale estiva già prevista con il bando triennale 2020-2022 ed è pensato in modo specifico "per sostenere - spiegano dal Campidoglio - la ripartenza culturale cittadina dopo le difficoltà segnate dalla pandemia, attraverso un programma di iniziative che consenta agli organismi culturali e dello spettacolo privati di dare nuovo impulso alle loro progettualità, anche multiculturali". L'obiettivo è quello di selezionare proposte culturali in grado di attirare un pubblico il più possibile ampio ed eterogeneo e che abbiano carattere diffuso, coinvolgendo i territori di tutti i municipi di Roma Capitale.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo estate romana: in arrivo 15 "isole" per allentare la movida e rianimare spazi urbani

RomaToday è in caricamento