Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Centro Storico / Via del Campidoglio

Iscrizioni asili nido, il Campidoglio punta sui comunali: da Giunta sì alla delibera

Le iscrizioni agli asili nido di Roma partiranno dal 10 aprile, l'assessora Baldassarre: "Priorità ai nidi comunali ma con modalità vicine alle famiglie"

La Giunta capitolina ha dato il via libera alla delibera n. 49 del 30 marzo 2017 inerente le iscrizioni agli asili nido della Capitale. 

ASILI NIDO, I CRITERI DI SCELTA - I criteri definiti dal Campidoglio prevedono l’inserimento nell’Avviso Pubblico annuale del criterio di scelta obbligatoria, effettuata in sede di domanda di accesso al servizio, di massimo sei nidi: di cui tre pubblici e tre in gestione indiretta "stabilendo il principio di scelta prioritaria e obbligatoria degli asili nido capitolini (a gestione diretta, in finanza di progetto o in concessione) da parte delle famiglie interessate, salvo il caso in cui la struttura privata convenzionata sia ubicata ad una distanza pari o inferiore a 300 metri secondo il percorso pedonale più breve dall’immobile di residenza del bambino".

Una disciplina - si legge nel documento di delibera - che non riguarderà, altresì, le domande presentate per i minori con disabilità, con fratello, o sorella, con disabilità, con fratello, o sorella, già iscritti per l’anno educativo 2017/2018 ad un asilo nido a gestione indiretta. 

SUGLI ASILI NIDO PERCORSO PARTECIPATO - "Il provvedimento - hanno fatto sapere dal Campidoglio - è frutto di un percorso partecipato che ha visto l’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale confrontarsi con la Commissione competente gli Assessori Municipali, le famiglie e gli educatori dei nidi comunali e in convenzione. Con questi ultimi - hanno sottolineato da Palazzo Senatorio - è stato creato un tavolo di lavoro permanente perché il sistema educativo è unico e occorre garantirne la qualità". 

ISCRIZIONI ASILI NIDO DAL 10 APRILE - E a spiegare la bontà del provvedimento adottato è stata l'Assessora alla Persona Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, Laura Baldassarre: "In questo anno educativo abbiamo liste d’attesa annuali con 915 bambini e 1.666 posti vacanti ma, soprattutto, circa 4.500 rinunce, è evidente che il sistema precedente non funzionava. Abbiamo anticipato i tempi di apertura delle iscrizioni, che partiranno il prossimo 10 aprile. Le famiglie potranno indicare la scelte di 3 nidi a gestione diretta e 3 nidi in gestione indiretta in convenzione, dando priorità ai nidi pubblici, salvo il caso in cui la struttura convenzionata sia ubicata ad una distanza pari o inferiore a 300 metri, secondo il percorso pedonale più breve dall’immobile di residenza del bambino, nell’interesse, anche ecologicamente rilevante, all’agevole raggiungimento a piedi del nido stesso.”

CONTINUITA' GARANTITA - L'esponente della Giunta Raggi ha inoltre sottolineato le eccezioni previste e che garantiranno la continuità per i bambini che già frequentano un nido convenzionato: la priorità del nido comunale infatti non si applicherà anche alle famiglie con minorenni con disabilità, con un fratellino o una sorellina, con disabilità, con fratello o sorella, già iscritti per l’anno educativo 2017/2018 ad un asilo nido a gestione indiretta. "Le famiglie - ha aggiunto Baldassarre - potranno presentare istanze per strutture educative ricadenti anche in altri municipi, rispetto a quello di residenza, o a quello della sede di lavoro di uno dei due genitori". 

ASILI NIDO, PUBBLICAZIONE GRADUATORIE  - Poi la road map che accompagnerà le famiglie interessate verso il prossimo anno scolastico: entro fine maggio saranno disponibili le graduatorie provvisorie, entro metà giugno quelle definitive. "L’approvazione di questa delibera - ha sottolineato l'Assesora - ci permette di pubblicare il bando già dal mese di aprile e offrire alle famiglie un periodo più ampio per programmare le iscrizioni. Oggi si compie un ulteriore passo per garantire la qualità del nostro sistema educativo, dopo la stabilizzazione del personale scolastico precario attuata con Deliberazione n. 15 del 5 agosto 2016". 

SU ASILI NIDO PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE - Il prossimo passo annunciato dal Campidoglio sarà la programmazione territoriale "attraverso un percorso di geolocalizzazione dei nidi e l’utilizzo delle proiezioni demografiche per avere i nidi dove i bambini e le famiglie ne hanno bisogno". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iscrizioni asili nido, il Campidoglio punta sui comunali: da Giunta sì alla delibera

RomaToday è in caricamento