rotate-mobile
Politica Capannelle / Via Appia Nuova, 1245

Capannelle, pubblicato l'avviso pubblico per la gestione dell’ippodromo: non sarà più solo il tempio dell’ippica

L'assessore allo sport Alessandro Onorato: "Capannelle potrà diventare una cittadella dello sport e dell’intrattenimento con spazi all’aria aperta dedicati a più discipline"

Il Campidoglio sta cercando investitori interessati all'ippodromo più antico di Italia. L’amministrazione cittadina ha messo online l’avviso pubblico attraverso il quale sondare il mercato con un obiettivo: individuare operatori economici pronti a gestire l’immensa struttura di Capannelle.

Perché l'impianto era stato prorogato

La scadenza che la giunta aveva comunicato, annunciando a gennaio un bando entro 90 giorni, è stata rispettata. In quell’occasione il Campidoglio, per evitare di disperdere il patrimonio sportivo e i livelli occupazionali che l’ippodromo garantisce, aveva prorogato l’attuale gestione. In assenza di quell'atto non sarebbero arrivati i finanziamenti del Masaf (ministero dell'agricoltura) e l'impianto non sarebbe stato inserito nel calendario ufficiale delle corse per il 2024. Nel prorogare la vecchia concessione l'amministrazione aveva specificato che  l’impianto, entro i successivi tre mesi, sarebbe andato a bando.

L'avviso pubblico per sondare il mercato

Dopo aver salvato la stagione 2024 con una gestione ponte che ha garantito il calendario nazionale delle corse del trotto e del galoppo, scongiurando il licenziamento di centinaia di operatori, con questo bando guardiamo al futuro rivolgendoci ai potenziali investitori privati – ha dichiarato l’assessore allo sport Alessandro Onorato – lanciando l’avviso pubblico. Abbiamo lanciato un’indagine esplorativa di mercato al fine di acquisire da parte degli operatori economici interessati le istanze di Partenariato pubblico-privato volte alla riqualificazione e alla gestione dell’impianto Sportivo – ha aggiunto, spiegando di essere – pronti a ricevere e a valutare con la massima attenzione ogni proposta che valorizzi come merita questo impianto unico al mondo”.

Un cittadella dello sport e dell'intrattenimento

La struttura si sviluppa su una superficie di 135 ettari. Uno spazio enorme, ben collegato per la vicinanza al Raccordo anulare ed anche alla stazione ferroviaria di Capannelle. Tanti motivi che concorrono a rendere l’impianto appetibile, non solo per l’ippica. Il suo futuro sarà sempre legato al settore delle corse dei cavalli, per il quale l’ippodromo riceve circa 4,5 milioni di euro all’anno dal Ministero dell’agricoltura. Ma l’intenzione dell’amministrazione è di verificare se ci siano anche le possibilità di valorizzare il complesso andando anche un po’ oltre l’ippica. Capannelle infatti, ha dichiarato Onorato, “potrà diventare una cittadella dello sport e dell’intrattenimento con spazi all’aria aperta dedicati a più discipline”. 

La durata ed il valore della concessione

“A disposizione dei proponenti- ha aggiunto Onorato - abbiamo pubblicato i dettagli dell’inquadramento urbanistico dell’area, con la possibilità di riqualificare immobili con destinazioni d’uso diverse da quella sportiva che siano funzionali alla fruibilità dell’impianto, con la sola esclusione di nuovi complessi di edilizia residenziale”. Insomma, c’è la possibilità di investire. L’avviso pubblico infatti prevede una “concessione minima” di sei anni ed anche un valore minimo, pari a 27 milioni e 137mila euro di fatturato stimato. Si tratta della somma che il Masaf riconsce allo gestore dell'impianto. Ma quella durata e quel valore possono aumentare.  Nell’avviso pubblico è infatti specificato che “nell’istanza di riqualificazione, il proponente stimerà nel PEF (piano economico e finanziario) gli introiti generati per i servizi proposti ed oggetto della concessione” che, si precisa “potrà essere superiore a quella minima di 6 anni”. 

Gli imprenditori interessati all’impianto possono presentare le proprie proposte fino al prossimo 6 giugno. Per lo storico ippodromo, inaugurato nel lontano 1881, l’amministrazione cittadina ha intenzione di scrivere una nuova pagina. “È giunta l’ora - conclude l’assessore Onorato - di rilanciarlo e di sfruttarne a pieno le potenzialità, per proiettarlo nel futuro e renderlo economicamente sostenibile ed indipendente”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capannelle, pubblicato l'avviso pubblico per la gestione dell’ippodromo: non sarà più solo il tempio dell’ippica

RomaToday è in caricamento