rotate-mobile
Politica Torrevecchia / Via Mattia Battistini

Pedoni travolti a Battistini, Salvini all'attacco: "Raderemo al suolo uno per uno i campi Rom"

A poche ore dalla tragedia, da Matteo Salvini a Giorgia Meloni, e da Alessandro Onorato a Dario Rossin, si sono espressi contro i rom sui social network

Una donna morta sul colpo, tre feriti gravi, cinque ricoverati in ospedale e un agente di polizia ferito. Sono passate poche ore da quando l'auto guidata da tre rom ha investito nove persone nella zona di Battistini, e già dalle opposizioni in Amministrazione piovono i commenti. A esprimersi sulla vicenda, soprattutto sui social network, Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Alessandro Onorato e Dario Rossin.

Per prima la Lega Nord è tornata a fare campagna contro i campi Rom. "Tre rom sono scappati all'alt della Polizia a Roma e, guidando a 180 all'ora, hanno ammazzato una donna, otto i feriti - ha scritto su Facebook il segretario Matteo Salvini - Una zingara di 17 anni è stata fermata, ed è caccia agli altri due. Pare che l'auto sia intestata a un Rom, che ne ha altre 24. Una preghiera. Per il resto ... Ruspa! Quando torneremo al Governo - ha aggiunto - raderemo al suolo uno per uno tutti questi maledetti campi Rom, partendo da quelli abusivi".

Si è aggiunta Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, che su Twitter ha dichiarato: "Di fronte a delinquenti senza legge che rubano e uccidono il buonismo è complicità. Ora basta".

Dal Campidoglio, si è rivolto a Marino l'attacco di Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini: "Stop al buonismo di Marino: il Comune agisca subito. Che cos'altro deve succedere prima che l'Amministrazione si decida ad affrontare l'emergenza nomadi? Non è accettabile il senso di impunità diffuso che ormai regna nei campi Rom della Capitale. Appare chiaro che i nostri soldi vengono spesi per alimentare illegalità e violenza, aumentando il senso di insicurezza nei cittadini".

Non si è astenuto dai commenti nemmeno Dario Rossin, vice capogruppo Forza Italia in Campidoglio: "Pene esemplari e revoca immediata a vita della patente per questi tre infami che hanno ucciso una persona e ferito altre sei travolgendole mentre scappavano dalle forze dell'ordine che avevano intimato l'alt. Ancora una volta sarebbero dei rom i protagonisti di episodi tragici di cronaca nera nella nostra città. Non ne possiamo più e non vogliamo più ascoltare parole di assoluzione, nessuno sconto per chi da sempre si contraddistingue in negativo nella società. Questa erba marcia va estirpata dalla nostra comunità e resa innocua. Spero che i responsabili di questo episodio possano presto essere assicurati alla giustizia e che spariscano dalla circolazione. Ai parenti della vittima dell'incidente vanno le nostre  più sincere condoglianze, e la nostra vicinanza a chi è rimasto ferito, pregando affinché non ci sia un peggioramento di nessuna situazione".

Marco Visconti, presidente di Movimento Capitale, che da tempo denuncia il degrado del territorio spiega: "Si tratta di una tragedia annunciata in un quartiere e in una città completamente abbandonati dall'amministrazione. E' necessaria una presa di coscienza, anche da parte della cittadinanza, che il problema zingari non si combatte con il perbenismo di una sinistra mai presente sul territorio. I fatti di ieri parlano da soli. Quello che è accaduto poteva succedere a chiunque. Come presidente di Movimento Capitale, ho appena deposto un mazzo di fiori perchè Roma non dimentichi mai. E adesso spiegatelo alle famiglie, che state lavorando per l'integrazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedoni travolti a Battistini, Salvini all'attacco: "Raderemo al suolo uno per uno i campi Rom"

RomaToday è in caricamento