rotate-mobile
Politica

INTERVISTA | Grippo (Azione): "In Campidoglio faremo opposizione costruttiva, auspico che tutti gli eletti rispettino il mandato"

La consigliera regionale, ex Pd, ribadisce con forza la linea politica già data da Calenda: "Noi manteniamo le promesse fatte, stiamo costruendo una giunta ombra per vigilare sull'attuazione del programma"

Francesca Leoncini e Valerio Casini (Italia Viva) a RomaToday hanno definito la loro presenza nel nuovo consiglio comunale utilizzando i termini "appoggio" e "dialogo", mentre Dario Nanni (Azione) ha sottolineato il "ruolo di opposizione": la lista Calenda, primo "partito" in città dopo le ultime amministrative, è sembrata dividersi ancor prima di insediarsi in Aula Giulio Cesare. Carlo Calenda, però, ha immediatamente tirato le redini ricordando agli eletti, tramite un tweet, "l'impegno preso con l'elettorato" e anche ieri, durante una conferenza di fronte alla stampa estera, ha ribadito di aver "reso trasparente il voto per Gualtieri ma rimarremo all'opposizione, tutti i componenti della lista"

Così Roma Today ha chiamato in causa Valentina Grippo, consigliera regionale che esattamente due anni fa ha deciso di lasciare il Pd, per poi successivamente entrare in Azione per sostenere la candidatura di Calenda a sindaco di Roma. Una scelta maturata nel tempo, quella di uscire dalla casa dei "dem", soprattutto dopo l'elezione del segretario regionale del partito che nel 2018 vide trionfare il senatore Bruno Astorre: Grippo aveva dato vita al progetto "Controcorrente" appoggiando la candidatura di Andrea Alemanni, allora vicepresidente del II Municipio e oggi consigliere comunale. 

Consigliera, sembra non ci sia unione d'intenti all'interno del gruppo di eletti della lista Calenda in Aula Giulio Cesare: ci spiega quale sarà il vostro posizionamento in Campidoglio?

"Queste amministrative ci hanno consegnato un dato importante, ovvero che siamo la prima lista a Roma. Quindi i cittadini ci danno una grande responsabilità, quella di monitorare e attuare il programma presentato da Calenda. Noi siamo abituati a fare ciò che promettiamo, e in questo caso faremo lavoro d'opposizione nello stile che ci contraddistingue".

Quindi nessun ingresso nella maggioranza, nessun ruolo nel governo della città?

"L'indicazione è sempre stata quella di non entrare in nessuna giunta, nemmeno nei Municipi. Sarà un'opposizione costruttiva, il nostro è un programma dettagliato, costruito con i territori e insieme a candidate e candidati con competenze di primissimo livello in tutti i campi, per questo abbiamo deciso di dare vita a una squadra di governo 'ombra' non solo in Campidoglio ma anche in tutti i territori. Le figure verranno scelte innanzitutto tra chi si è candidato e tra chi ha lavorato al programma.  

Qual è l'approccio della lista Calenda per la risoluzione dei problemi di Roma?

"Alla base del progetto c'è il principio di portare il modello Draghi, quindi efficienza e governo, anche nella capitale. In questo solco si muoverà la lista e auspico che questo avvenga da parte di tutti i consiglieri eletti. Calenda ha fatto una scelta precisa: presentarsi con una lista unica e non con i vari partiti, coinvolgendo diffusamente l'anima civica della città". 

Prima di lasciare il Pd lei si è messa di traverso contro il correntismo: pensa che il dover accontentare le diverse anime del partito influenzerà negativamente la composizione della nuova giunta da parte di Gualtieri?

"Non faccio i processi alle intenzioni, auspico che il sindaco faccia una giunta che guardi alla città e non alle dinamiche di partito, sono fiduciosa. E' vero, prima di uscire dal PD, nelle varie primarie, o ad esempio quando ho scelto di non ricandidarmi dopo la vicenda di Marino, o quando ho sostenuto la lista 'Controcorrente', ho sempre fatto di tutto per combattere il correntismo nel Pd, perché non dà possibilità di crescere alle tante valide figure che ancora ci sono, ma preferisco aspettare per commentare. Il giorno dopo, si vedrà".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INTERVISTA | Grippo (Azione): "In Campidoglio faremo opposizione costruttiva, auspico che tutti gli eletti rispettino il mandato"

RomaToday è in caricamento