rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica Tor di Quinto / Via Tuscia, 43

"Pochi treni a stazione Vigna Clara? Prima di noi nessuno aveva messo mano a questa linea negli ultimi 30 anni"

L'assessore ai trasporti della Regione Lazio Mauro Alessandri conferma a RomaToday l'attivazione del servizio nella stazione di Vigna Clara. Sulla Roma - Lido a partire da luglio torneranno in funzione i treni revisionati

La stazione riaprirà il 12 giugno e il servizio sarà attivo già dal giorno dopo. Lo sottolinea l’assessore ai trasporti della Regione Lazio Mauro parlando a RomaToday della stazione di Vigna Clara, ormai prossima all’apertura dopo più di 30 anni di attesa. Anche Trenitalia ha confermato: i treni partiranno da quella che per troppo tempo è stata definita “la stazione fantasma”.

Vigna Clara, al via il servizio

Alessandri conferma quindi quanto detto nei giorni scorsi da Rfi: non solo riaprirà la stazione di Vigna Clara ma sarà attivo anche il servizio. “Il 12 giugno è domenica e scatta l’orario estivo – spiega l’assessore – dal giorno dopo, lunedì 13 giugno, viaggeranno le 18 coppie di treni previsti. Quella di Vigna Clara è una stazione indispensabile. Pendolari, studenti, abitanti e lavoratori hanno atteso 32 anni per poterne usufruire. Grazie a questo snodo, in 8 minuti gli utenti di Roma Nord potranno arrivare a Valle Aurelia dove c’è la metro A e la tratta regionale Cesano – Viterbo. Anche Roma Ostiense e San Pietro sono raggiungibili in mezzora. Posso anche dire che nel 2023 il servizio sarà implementato ulteriormente ed andrà a regime. Con Vigna Clara abbiamo messo un pezzo di quadrante di Roma Nord in collegamento con la provincia di Viterbo, con la metro A, B e con la FL3 ed abbiamo chiuso un pezzo dell’anello ferroviario”.

Pochi treni a disposizione

Dopo l’annuncio della riapertura è stato evidenziato come i treni previsti siano pochi: “Voglio ricordare che prima che prendessimo di petto il problema di Vigna Clara non c’era praticamente nulla. Questo servizio è stato atteso per 30 anni. Ogni servizio su ferro, per andare a regime ed avere una maggiore produttività, ha bisogno di un periodo di assestamento”.

Carenze di treni su Roma – Lido e Roma - Viterbo

I pendolari abituati a viaggiare sui mezzi lamentano la carenza di treni in particolare su due tratte, la Roma – Lido e la Roma – Viterbo. “La tendenza è già invertita rispetto all’inizio dell’anno – riprende Alessandri - da luglio cominceranno a tornare in servizio sulla Roma - Lido i due treni revisionati da Atac e immediatamente dopo i tre revisionati da Astral. Nel 2022 possiamo guardare una progressività nell’aumento del servizio. La svolta è stata l’operatività di Atac con l’insediamento della nuova giunta capitolina, insieme al lavoro della Regione, che hanno accelerato e non poco la manutenzione dei treni. Procede poi la commessa per la fabbricazione di nuovi treni ed entro 16 mesi avremo 12 mezzi nuovi. Anche sulla Roma Viterbo stanno partendo interventi sulle infrastrutture”.

I problemi con gli appalti

“Purtroppo siamo incorsi in qualche disavventura – spiega Alessandri - Atac era stazione appaltante sia per le infrastrutture che per l’acquisto dei treni ed è finita in concordato. C’è stata quindi la necessità di far subentrare Astral ad Atac come stazione appaltante. Ad oggi abbiamo espletato tutte le procedure. La fabbricazione dei nuovi treni è partita. I lavori da giugno si protrarranno nel 2023. I prossimi saranno gli anni del balzo in avanti del servizio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pochi treni a stazione Vigna Clara? Prima di noi nessuno aveva messo mano a questa linea negli ultimi 30 anni"

RomaToday è in caricamento