Politica

Chiudono 11 presidi di Polizia. Baldi porta il caso in Regione

Michele Baldi chiede a Zingaretti "di attivarsi con la massima sollecitudine per assicurare la salvaguardia della categoria"

Chiudono 11 presidi di Polizia e cresce l'allarme tra i cittadini. Michele Baldi, capogruppo della Lista Civica Zingaretti in Consiglio Regionale, ha  quindi deciso di proporre un'interrogazione al Presidente della Regione Lazio.

"Da ormai troppo tempo - dichiara Michele Baldi - si minaccia la chiusura di presidi di Polizia che operano sul territorio della Provincia di Roma, indebolendo così il buon operato del Corpo di Polizia e andando incontro a perdite certe di personale di alto profilo e professionalità. Giacché tutto ciò sta causando un aumento della criminalità nella Città, chiedo al Presidente Zingaretti di attivarsi con la massima sollecitudine, anche presso gli organi istituzionali competenti, per assicurare la salvaguardia della categoria. Soltanto in questo modo si potrà garantire nei territori una presenza stabile dello Stato che dia un segnale forte di vicinanza ai cittadini".

Come ha dichiarato l’informativa consegnata alla Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia, maggiore sindacato autonomo per numero di iscritti su Roma e provincia, le sedi a rischio chiusura sono 11: tre commissariati di Colleferro, Genzano e Frascati, il Reparto di Pronto Intervento della Polizia Stradale, tre presidi della Polizia Ferroviaria (Sottosezione Roma smistamento, Posto di Polizia Roma Trastevere e Posto di Polizia di Colleferro), tre squadre nautiche (Anzio, Civitavecchia e Fiumicino), due reparti a cavallo (Ostia e Tor di Quinto). Inoltre è previsto il declassamento a Posto di Polizia dei presidi Polfer di Roma Ostiense e Roma Tiburtina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiudono 11 presidi di Polizia. Baldi porta il caso in Regione

RomaToday è in caricamento