rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica Colosseo / Via Cilicia

Ponte della Caffarella: al via la progettazione partecipata per il nuovo ingresso del parco

Già fissate due date in occasione delle quali i cittadini possono fare le loro proposte per valorizzare il nuovo accesso

C’è un nuovo accesso al parco della Caffarella. E’ quello che si trova su via Cilicia ma al momento non è ancora fruibile perché, prima di aprire al pubblico, l’ente parco dell’Appia Antica ha deciso di valorizzarlo. Come? Chiedendo ai cittadini di fare delle proposte per decidere, insieme, gli interventi da mettere in campo.

L'accesso che dà sul ponte ciclopedonale

Il nuovo ingresso, è quello che consente di raggiungere il ponte ciclopedonale inaugurato lo scorso 3 novembre. Si tratta di un’opera realizzata da RFI sopra i binari percorsi delle linee ferroviarie FL1, Fl3 e FL5. E’ costato 3,5 milioni ed è più alto e più lungo di quello che è stato demolito nel 2019. La sua realizzazione renderà raggiungibile la Caffarella anche in bicicletta da quanti percorrono la dorsale ciclabile della Colombo. Ma la sua apertura al pubblico è stata prevista per la primavera del 2023. Nel frattempo il parco regionale dell’Appia Antica, con il supporto dell’associazione Zappata Romana, ha lanciato il processo partecipativo finalizzato a sistemare il nuovo accesso ed i relativi servizi per il pubblico.

Un'opera strategica

“Il significato di questo ponte- aveva dichiarato nel giorno della sua inaugurazione il geologo Marco Tozzi, attuale presidente del parco dell’Appia Antica - è quello di spingere sulla fruizione pedonale e ciclabile del parco, che sono le cose che davvero ci interessano. L'Appia Antica è un monumento e non dovrebbe nemmeno essere toccato dalle auto”. E' quindi un'infrastruttura che ha una valenza strategica, perchè, ha sottlineato l'assessore Eugenio Patanè lo scorso 3 novembre -bastano opere come questa per evitare alle persone di essere schiavi e prigionieri delle loro auto".

Il processo partecipativo

Data l'importanza, anche simbolica, del ponte e del nuovo ingresso, l'ente parco ha deciso di valorizzarlo coinvolgendo la cittadinanza.“L’idea di base da cui si parte è quella di rendere immediatamente percepibile il Parco con il suo carico di straordinaria naturalità e quindi la frattura tra città e campagna. Un ingresso strategico, quindi, per la mobilità ma anche per l’essenza stessa dell’area protetta periurbana più estesa d’Europa”  ha fatto sapere il parco regionale dell’Appia Antica. I primi incontri partecipativi si terranno alle ore 17.30 del 7 e del 14 dicembre presso la sede della Parrocchia in Piazza Galeria, 11.

Cittadini, associazioni e altri soggetti interessati hanno l’occasione di manifestare idee e di avanzare proposte per rendere il nuovo accesso al Parco “un luogo del quartiere ma anche una vera e propria porta di ingresso alle aree naturalistiche di pregio della valle della Caffarella” ha reso noto sempre l’ente che ha invitato, i soggetti interessati a prendere parte al progetto partecipato, a scrivere all’indirizzo email zappataromana@gmail.com.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte della Caffarella: al via la progettazione partecipata per il nuovo ingresso del parco

RomaToday è in caricamento