Politica

Sanità, Montino (Pd): "Gli inquirenti trarranno le loro conclusioni"

Il capogruppo Pd alla Regione Lazio, Esterino Montino, commenta la notizia delle indagini della Procura della Repubblica sui pronto soccorso di Roma

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Il fatto che la Procura della Repubblica stia indagando su tutti i Pronto Soccorso di Roma è una notizia che non mi coglie di sorpresa. Non entro nel merito di un lavoro che non mi compete, ma sono convinto che gli inquirenti valuteranno i fatti con molta attenzione e trarranno le loro conclusioni. Da parte mia ho verificato personalmente le condizioni difficili in cui sono costretti a operare medici e infermieri del Pronto Soccorso del San Camillo, di Tor Vergata e oggi di Frosinone che, fortunatamente, vive condizioni migliori". Lo afferma il capogruppo Pd alla Regione Lazio, Esterino Montino. "È grazie ai loro sacrifici che il sistema sanitario dell’emergenza tenta di reggere ai contraccolpi di un Piano di riordino ospedaliero sciagurato e pasticciato. È inaccettabile - rileva Montino - che chi ha la responsabilità primaria di tali fatti risponda con toni minacciosi e insultanti. Se ne è capace, la Presidente Polverini, svolga fino in fondo il proprio mestiere, magari andando nei Pronto Soccorso per cercare di capire meglio la situazione che vivono pazienti e operatori sanitari e studiare provvedimenti, anche provvisori, da adottare. Come del resto si è fatto tutti gli anni, prima di entrare nei periodi critici: quelli invernali in coincidenza con il picco influenzale o estivi, quando le temperature sono estremamente elevate. Si blocchino nelle strutture stressate, per qualche settimana, i ricoveri di elezione".

"Si reperiscano spazi che ci sono sia al San Camillo che a Tor Vergata e anche in altri ospedali per organizzare reparti di osservazione breve, dotandoli di personale medico e infermieristico, magari chiedendo l’ausilio dei medici di medicina generale che hanno sempre dato la loro disponibilità per affrontare questa fase di emergenza. Sarebbe auspicabile - conclude Montino - uno slancio di umiltà da parte della Presidente per ascoltare, capire che non siamo di fronte, per quanto ci riguarda, a campagne faziose e strumentali. Ma alla pura registrazione di quello che purtroppo sta accadendo nei nostri ospedali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Montino (Pd): "Gli inquirenti trarranno le loro conclusioni"

RomaToday è in caricamento