Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Circolo degli Artisti, indagato l'assessore Marinelli: "Massima collaborazione con i giudici"

Il presunto coinvolgimento di Giovanna Marinelli risalirebbe al 2004, quando era direttore del Diparimento Cultura. La notizia è stata diffusa dal quotidiano Il Tempo

Assessore alla Cultura, Giovanna Marinelli

L'assessore alla Cultura, Giovanna Marinelli, nominata a luglio con le dimissioni di Flavia Barca, è indagata nell'inchiesta che interessa il Circolo degli Artisti, noto locale romano di via Casilina Vecchia, finito nell'occhio del ciclone per un'indagine condotta dai vigili del Primo Gruppo, coordinati dal pubblico ministero Alberto Galanti. A diffondere la notizia è il quotidiano Il Tempo, con un articolo a firma di Matteo Vincenzoni, che spiega bene quale sarebbe stato il ruolo del 'numero uno' di piazza Campitelli. 

Una storia di abusivismo che comincia nel 1998 quando, si legge su Il Tempo, lo spazio tra il Mandrione e il Pigneto, fu assegnato dal sindaco Francesco Rutelli a Romano Cruciani, "senza mai stipulare l’atto di concessione". Al suo interno, per 16 anni, si sarebbero svolti eventi e concerti tra più seguiti dalla Roma by night, senza pagare alcun affitto al Comune. 

Tra i vari permessi rilasciati, in barba alla mancanza di concessione, rientrerebbe, riporta il quotidiano, anche "la licenza di pubblico spettacolo rilasciata il 16 giugno del 2004 dall’allora dirigente del IV dipartimento comunale, Giovanna Marinelli". Per l'assessore gli inquirenti ipotizzano il reato di abuso d'ufficio. 

Ecco quanto dichiarato in merito dalla stessa Marinelli. "Nel 2003, nella mia qualità di direttore del Dipartimento Cultura del Comune, ho firmato molte centinaia di atti amministrativi e tra questi anche molte concessioni di pubblico esercizio. Oggi ho ricevuto una informazione di garanzia per abuso di ufficio per aver firmato l’autorizzazione temporanea “per concerti, trattenimenti danzanti e di arte varia” relativa al Circolo degli Artisti. Quando e se sarò ascoltata darò tutte le mie risposte e il massimo della collaborazione alla magistratura.

Per chi ha responsabilità amministrative l’abuso d’ufficio è, purtroppo, un rischio sempre possibile, ma nella mia lunga vita di amministratrice è la prima volta che mi accade. Di questo si tratta e tutto ciò non può in alcun modo essere confuso o artificiosamente mescolato con le terribili vicende di illegalità e corruzione criminale emerse in queste settimane, contro le quali personalmente e con l’amministrazione di cui orgogliosamente faccio parte, combatto con tutte le mie forze".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circolo degli Artisti, indagato l'assessore Marinelli: "Massima collaborazione con i giudici"

RomaToday è in caricamento