rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Vigili, Marino incontra i sindacati: "Sblocco dei concorsi, nuovo piano ferie e accordo Tpl"

La riunione si è tenuta in Campidoglio su richiesta di Cgil, Cisl e Uil. Presente il Comandante Raffaele Clemente. Critico Stefano Giannini del Sulpl: "Si riuniscono per concordare che l'acqua è bagnata"

Livello retributivo garantito, perfezionamento dell’accordo riguardante i titoli di viaggi sul Tpl, piano ferie da sbloccare e riprogrammare a fronte delle assicurazioni sull'organizzazione dei grandi eventi che ci saranno a Roma nel mese di aprile. Ma anche la calendarizzazione delle procedure concorsuali, a seguito dell’avvenuto insediamento della nuova commissione di concorso per l’assunzione di nuovi agenti di Polizia Locale e, infine, una maggiore pianificazione delle attività della Polizia Locale per programmare l’azione sul territorio. 

Sono i risultati dell’incontro sul corpo dei vigili urbani avvenuto questa mattina in Campidoglio su richiesta dei sindacati confederali di categoria Cgil, Cisl e Uil con il sindaco di Roma, Ignazio Marino, il comandante della Polizia Locale, Raffaele Clemente e il delegato alla sicurezza per il gabinetto del Sindaco, Rossella Matarazzo. 

“Un incontro dal quale sono uscito molto soddisfatto” ha sottolineato il primo cittadino e “che conferma la comune volontà di superare le criticità avute in questi mesi e individuare, insieme, le priorità sulle quali agire insieme per il bene della nostra città”. 

“Ho ascoltato – ha poi concluso il primo cittadino – alcune interessanti proposte migliorative soprattutto per quanto riguarda la gestione del patrimonio culturale e su quello del pagamento delle imposte dovute al Campidoglio. Questo è il clima di collaborazione che ci permetterà di lavorare insieme per il bene dei cittadini e di Roma, ricostruendo un clima di serenità nel personale della Polizia Locale di Roma Capitale”.

Decisamente critico rispetto all'incontro Stefano Giannini, segretario del Supl, sindacato promotore dello sciopero in occasione dell'ultima Maratona di Roma. "Oramai sono costretti a farsi le riunioni tra di loro in modo da non avere voci che dissentono. Si riuniscono per concordare che l'acqua è bagnata. Se ci sono centinaia di migliaia di € per pagare gli straordinari dei papi come avrebbe fatto oggi il sindaco a dire che non vi erano i soldi per pagare chi fa le notti?". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili, Marino incontra i sindacati: "Sblocco dei concorsi, nuovo piano ferie e accordo Tpl"

RomaToday è in caricamento