menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta rifiuti Roma, indagato ex funzionario del Campidoglio

Si tratta di Fabio Tancredi, ex dirigente del dipartimento capitolino Politiche Ambientali. Avrebbe firmato l'autorizzazione per gli scavi a Monti dell'Ortaccio

C'è un nuovo indagato nell'inchiesta sul sistema rifiuti che ha portato all'arresto del gestore di Malagrotta, Manlio Cerroni. Un nuovo nome che fa capire come il 're della monnezza' romana aveva un aggancio anche con le istituzioni capitoline. Si tratta dell'ex direttore del X dipartimento – Politiche Ambientali del Comune di Roma, Fabio Tancredi che ha lavorato anche come funzionario presso il Ministero dell'Ambiente. L'autorizzazione che ha 'sanato' gli scavi per la realizzazione della discarica a Monti dell'Ortaccio porta la sua firma. L'accusa è di abuso d'ufficio.

Il documento in questione è spiegato anche nell'ordinanza che ha portato all'arresto di Cerroni dove si legge come in data 20/04/2011 veniva emessa “la determinazione di rinnovo dell'autorizzazione dell'attività estrattiva in Località 'Monti del Lumacaro' in favore della società Galeria Scavi srl già scaduta il 18 febbraio 2006”. In altre parole “laddove la determinazione dirigenziale n. 80/2003 autorizzava l'attività estrattiva per soli tre anni, detto termine veniva portato a 10 anni, con validità retroattiva”. Secondo quanto ricostruito quindi i lavori erano stati autorizzati dal 2003 al 2006.

Il nome di Tancredi era emerso anche da un'intercettazione di Bruno Landi, presidente di Federambiente, tra gli arrestati insieme a Cerroni, che in una conversazione fece il suo nome come possibile dirigente regionale nell'area rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento