rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Politica Ponte Mammolo

Incendio Ponte Mammolo, roghi anche nella notte. Residenti costretti a dormire con le finestre chiuse

Nella tarda serata ripartito l'incendio. Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte. Umberti: "Questa mattina ancora un po’ di fumo"

Arpa Lazio, dopo un sopralluogo, ha deciso di non sistemare dei campionatori sul sito dell'incendio. Non ci sono quindi dati tecnici sulle conseguenze causate dalla combustione. Di certo però, il rogo che è divampato a Ponte Mammolo intorno alle 23.00 di giovedì 3 agosto, ha avuto una lunga coda.

La ripresa dell'incendio nella notte

A fornire degli aggiornamenti ha provveduto il presidente del municipio IV Massimiliano Umberti. “Purtroppo non ci sono buone notizie, l’incendio è ripartito da sotto – ha reso noto il minisindaco, quando erano da poco passate le 22 di venerdì 4 agosto “.l’umidità e i venti stanno contribuendo al fenomeno”. Una criticità inattesa che ha comportato un surplus di lavoro per i caschi rossi. Ed infatti i vigili del fuoco, ancora sul posto, hanno dovuto lavorare per tutta la notte.

L'aria irrespirabile segnalata dai cittadini

Le conseguenze dell’incendio hanno continuato ad essere avvertite dagli abitanti del quadrante che già il 4 agosto erano stati invitati dal comune a restare con le finestre chiuse.  Alle ore 2.45 del mattino l’aria era irrespirabile in tutta la zona” ha comentato Alessio, un residente di Colli Aniene “. Conferme arrivano da altri residenti, tra quanti dichiarano di essere stati svegliati dall’odore di bruciato e chi lamenta, nella tarda notte, di essersi “sentito male con lo stomaco per la forte puzza” che provoca anche “bruciore a gola e naso”. 

L'aggiornamento sull'incendio

Nella mattinata, ha fatto sapere sempre Umberti intorno alle ore 8, “la situazione è in netto miglioramento, il fumo si è abbassato moltissimo”. Quando potrà dirsi completamente archiviato l’incendio. E’ ancora presto per stabilirlo. I vigili del fuoco, ha spiegato il minsindaco “contano di concludere tutte le operazioni entro oggi, ma lo sapremo nel pomeriggio. Intanto nella mattinata “potremmo ancora vedere un po’ di fumo, causato sempre dai mezzi di movimentazione terra che cercano ancora fuochi sotto i detriti”.

Le proteste del sindacato dei vigili del fuoco

Intanto, oltre alle reazioni dei residenti costretti a restare con le finestre chiuse, sono arrivate anche le proteste del sindaco dei vigili del fuoco. “Non possiamo più tollerare questa situazione, bisogna intervenire con un piano straordinario che mette in sicurezza le aree critiche in tema di rifiuti e discariche abusive della Capitale” Fernando Cordella, presidente del sindacato ANPPE vigili del fuoco. “la tutela dei cittadini e dell'ambiente non può più attendere  - ha aggiunto il sindacalista - serve un'attenta prevenzione, la salute e sicurezza dei cittadini e in particolare di chi poi è costretto a intervenire per mettere in sicurezza, come i vigili del fuoco, deve venire prima di ogni cosa”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Ponte Mammolo, roghi anche nella notte. Residenti costretti a dormire con le finestre chiuse

RomaToday è in caricamento