Politica

Incendio Civitavecchia, Cgil, Cisl e Uil esprimono preoccupazione e chiedono ad Enel di essere convocati

In merito all'incendio della centrale Enel a Civitavecchia Cgil, Cisl e Uil chiedono a Enel di essere convocati e di far luce sulla vicenda

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

centrale_enel_civitavecchia-2Sull'incendio alla centrale di Civitavecchia intervengono anche i sindacati locali. Cgil, Cisl e Uil di Civitavecchia "esprimono forte preoccupazione e chiedono ad Enel di convocare tempestivamente le organizzazioni sindacali, confederali e delle categorie che operano nella Centrale, per fare luce sull'accaduto. Cgil, Cisl e uil - prosegue la nota - ritengono prioritario l'impegno per salvaguardare la sicurezza e la salute dei lavoratori e dei cittadini del territorio. L'episodio di questa mattina, che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi e drammatiche, comporta - sottolineano i sindacati - problemi ambientali rilevanti in ragione dei fumi legati alla combustione dell'olio contenuto nel trasformatore che si è incendiato. Tale episodio deve costituire un campanello di allarme (da ascoltare attentamente) capace di indurre al massimo impegno per rimuovere tutte le possibili condizioni di rischio e di pericolo nel funzionamento dell'impianto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Civitavecchia, Cgil, Cisl e Uil esprimono preoccupazione e chiedono ad Enel di essere convocati

RomaToday è in caricamento