Nuova Stazione Tiburtina, Alemanno: "Demoliremo l'antico nodo della Tangenziale"

Il sindaco Gianni Alemanno annuncia che sarà demolita parte della Tangenziale Est

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Questa è un'opera fondamentale per ricucire il centro cittadino e l'area del Sistema Direzionale Orientale". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a margine dell'inaugurazione della Stazione Tiburtina. "Attraverso questo ponte ideale - ha aggiunto - ci si connetterà con centri direzionali molto importanti come la sede della Bnl, l'Istat e la realtà del campus de La Sapienza. Lo Sdo - ha concluso Alemanno - prende forma non come sede ministeriale ma come luogo deputato alla ricerca. Questa è l'occasione per riqualificare l'area antistante la stazione, stiamo accelerando la messa in gara per la demolizione di parte della tangenziale e confermo che la parte qui davanti non ci sarà più- aggiunge il sindaco -. Contiamo di bandire la gara a fine anno - ha spiegato il sindaco - la stazione sarà liberata da questo antico nodo di tangenziale così aggrovigliato. E' la base per la riqualificazione complessiva dell'area". A chi gli chiedeva con quali fondi si sarebbe proceduto, Alemanno ha risposto: "Ci sono 5,4 milioni dentro i fondi di Roma Capitale".

Torna su
RomaToday è in caricamento