Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Acilia / Viale Enrico Ortolani

Sei milioni per costruire un impianto per la produzione di idrogeno ad Acilia

Verrà realizzato nella rimessa Atac e servirà ad alimentare 30 autobus

Un impianto per la produzione, stoccaggio ed alimentazione ad idrogeno a ridosso della rimessa Atac ad Acilia. Il X Municipio di Roma sta diventando un punto di riferimento nella sperimentazione delle energie alternative, utilizzate specialmente per i mezzi su gomma del trasporto pubblico. Grazie al Pnrr e al Piano nazionale metro plus, verranno investiti 6 milioni di euro per costruire un vero e proprio distributore di idrogeno che, in futuro, potrebbe essere utilizzato anche dai privati.

Fondi europei

L’annuncio di questa nuova infrastruttura è stato fatto durante un incontro, tenutosi giovedì 19 ottobre, presso la casa delle tecnologie emergenti alla stazione Tiburtina. 149 milioni di euro per 21 progetti che riguarderanno agenda digitale e innovazione urbana, sostenibilità ambientale, mobilità urbana multimodale sostenibile, servizi per l’inclusione e l’innovazione sociale, rigenerazione urbana e assistenza tecnica. Tra questi fondi ce ne sono 6 per l’impianto di Acilia.

La struttura di produzione di idrogeno per alimentazione elettrica tramite fuel-cell, e che prevede di utilizzare la rimessa Atac come stazione, servirà a ricaricare 30 autobus, che verranno acquistati da Atac con altri fondi Pnrr. Obiettivo del progetto è quello di realizzare l’infrastruttura per la realizzazione del processo di produzione, stoccaggio e erogazione dell’idrogeno per alimentare veicoli per il trasporto pubblico, rinnovando quindi la flotta e perseguendo l’obiettivo di migliorare il servizio con mezzi nuovi. Con gli autobus ad idrogeno sulle strade sarà possibile anche migliorare la qualità dell’aria, sostituendo i veicoli con motore termico.

Modalità di produzione

Come detto, l’impianto servirà per produrre idrogeno, che verrà poi stoccato ed in seguito distribuito. Tra le modalità di produzione dell’idrogeno, sono state considerate e ritenute non idonee le modalità che impiegano i carburanti fossili. Al contrario, la produzione di idrogeno mediante processo di elettrolisi permette la creazione delle molecole di idrogeno utilizzando esclusivamente acqua ed elettricità, ottenendo il cosiddetto “idrogeno green”, senza emissioni di inquinanti in atmosfera in fase di produzione. Una buona notizia soprattutto per chi abita vicino alla futura rimessa. Per alimentare i 30 mezzi previsti, l’impianto dovrà produrre circa 560 kg di idrogeno/giorno ed occorreranno 3 elettrolizzatori da 0,5MW di potenza.

“Abbiamo la possibilità di rendere Roma più moderna, sostenibile ed efficiente – ha sottolineato, in una nota, l’assessore alla mobilità Eugenio Patanè - i fondi li abbiamo utilizzati per migliorare l’infomobilità e il monitoraggio della congestione stradale, installare varchi ambientali, dare impulso alla ciclabilità, modernizzare la flotta del trasporto pubblico e realizzare corsie preferenziali. I fondi 2021-27 ci permetteranno, tra le altre cose, di installare i varchi in uscita della Ztl”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei milioni per costruire un impianto per la produzione di idrogeno ad Acilia
RomaToday è in caricamento