Politica Centro Storico / Piazza Venezia

Mussolini ed il Ventennio fanno ritorno a Palazzo Venezia: il blitz di Azione Frontale

Attivista di Azione Frontale proietta immagini del Ventennio in una Roma blindata per la visita di Xi Jinping. Nanni (Italia in Comune): "Alla faccia dei continui slogan sulla sicurezza"

Benito Mussolini torna a Palazzo Venezia. Sotto lo storico balcone dal quale annunciò l'entrata in guerra dell'Italia, il "Duce" è riapparso sottoforma di un filmato proiettato da un nostalgico attivista di Azione Frontale. L'iniziativa è stata perpetrata nel giorno in cui ricorre la centenaria fondazione dei "fasci di combattimento".

La rivendicazione del gesto

Il blitz di Azione Frontale, postato sulla pagina facebook della formazione d'estrema destra, è poi stato rimosso dal social network. A spiegarlo sono stati gli stessi amministratori che, in un post dal titolo "100 anni di un sogno chiamato fascismo", rilanciano l'agenzia nella quale viene riportata la notizia del loro blitz. 

azione frontale-6-4

Il tema della sicurezza

La proiezione delle immagini è avvenuta in una giornata particolare per la Capitale. "Quanto accaduto questa notte a Piazza Venezia oltre ad essere deprecabile nel merito, è la prova che nonostante i quotidiani slogan, questo governo non riesce a garantire la sicurezza dei cittadini - osserva Dario Nanni, coordinatore romano e provinciale di Italia in Comune -  E' assurdo che nella capitale d'Italia che in questi giorni  dovrebbe essere la città più sicura del mondo, per la presenza del Presidente cinese, qualcuno possa tranquillamente organizzare  sotto il Campidoglio, un'iniziativa con tanto di strumentazione e gruppo elettrogeno per proiettare immagini del Fascismo e di Mussolini".

L'appello a condannare il gesto

Secondo il leader romano del movimento fondato dal sindaco Pizzarotti, quanto accaduto a piazza Venezia rappresenta "la prova dell'incapacità di questo governo, perché se così non fosse, si potrebbe pensare che ci sia tolleranza rispetto a queste manifestazioni neofasciste". Motivo per cui viene invito il Ministro degli Interni Matteo Salvini "a condannare quanto avvenuto questa notte a Roma e a dedicarsi al ruolo che riveste, prendendosi la responsabilità di garantire la sicurezza dei cittadini con concreti interventi di prevenzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mussolini ed il Ventennio fanno ritorno a Palazzo Venezia: il blitz di Azione Frontale

RomaToday è in caricamento