rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica Ottavia

Housing, Pd Roma: "No ad assalto agro in Municipio XIX"

"Alemanno intende avviare una devastante espansione della città che renderà impossibile qualsiasi prospettiva di riqualificazione urbanistica"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Per reperire nuove aree di riserva da destinare all'housing sociale e alle compensazioni, il Comune di Roma ha ritenuto ammissibili 160 proposte che prevedono la costruzione di 22 milioni di metri cubi e il consumo di 2380 ettari di suolo agricolo secondo i dati di uno studio di Legambiente. Di questi circa 5 milioni sono previsti nel XIX municipio su complessivi 347 ettari con un peso insediativo di circa 43mila nuovi residenti. In particolare, sono interessate le aree a ridosso del raccordo anulare nella zona di Ottavia e Palmarola, La Storta, Tragliatella e vicino all'Olgiata. Sulla base di queste proposte, ed in deroga al piano regolatore di Roma, la giunta Alemanno intende avviare una nuova e devastante espansione della città che, oltre a distruggere la ricchezza dell'Agro Romano, renderà impossibile qualsiasi prospettiva di riqualificazione urbanistica". Lo dichiarano in una nota Marco Miccoli, segretario del Pd Roma, e Renato Mariano, segretario Pd del XIX Municipio. "Si continueranno a costruire case senza servizi al territorio - proseguono - Rileviamo che tutta l'operazione è coperta da oscure ed improbabili esigenze sociali, non è spiegato, infatti, neanche in quale modo si favorirebbero eventuali inquilini disagiati in cerca di abitazioni. Ci preme sottolineare, inoltre, l'assoluta l'incapacità dimostrata in questi anni dal Comune di realizzare le opere pubbliche per migliorare l'assetto urbanistico, la mobilità e il decoro dei quartieri nella periferia del Municipio. In particolare nella zona interessata, si è proceduto ad esempio al definanziamento del raddoppio di Via Trionfale, non si è avviata la risistemazione di Via Casal del Marmo e i lavori della strada di collegamento tra Via Casorezzo e via Esperia Esperani non partono da anni. E' evidente a tutti che ulteriori case aggraverebbero in maniera irreparabile il traffico che già oggi paralizza quotidianamente la vita dei cittadini. Infine, la politica urbanistica della giunta penalizza l'esigenza di riordino urbano e di risposte concrete ai cittadini in termini di mobilità, servizi, piazze, verde e parcheggi. E' ora di dire basta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Housing, Pd Roma: "No ad assalto agro in Municipio XIX"

RomaToday è in caricamento