rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Politica

Green pass, Raggi se ne lava le mani : "Né favorevole, né contraria"

Intervistata da La7 la Sindaca ha risposto anche sul perchè non si è ancora vaccinata

Green pass sì o no? Dallo scranno più alto del Campidoglio non arrivano indicazioni. La sindaca, incalzata sulla questione dalle telecamere di La7, ha deciso di assumere una posizione pilatesca.

Nè favorevole nè contraria

“Non mi sento di dire se sono favorevole o meno al Green pass a scuola - ha dichiarato Raggi, nel corso della trasmissione In Onda - facciamo parlare i medici”. E sulla questione dei vaccini? A differenza dei principali altri candidati alla fascia tricolore, la Sindaca non ne ha fatto un tema della campagna elettorale. Anzi. Solo dopo le frequenti punzecchiature di Carlo Calenda, ha ammesso quale sia la sua condizione. Uno status che ha ribadito anche nel corso dell’intervista su La7.

La sindaca, che ha contratto il nuovo Coronavirus lo scorso novembre, non ha fatto la singola dose di vaccino che, solitamente, viene somministrata a chi ha già avuto il Covid. “Non sono una no-vax, non sono vaccinata perché ho gli anticorpi e il medico mi ha suggerito di non farlo" ha spiegato Raggi. 

Le reazioni all'intervista

Le risposte della prima cittadina non hanno convinto gli altri competitor nella corsa al Campidoglio.“E' davvero grave che la Sindaca della Capitale d’Italia, nel mezzo di una battaglia durissima per mettere in sicurezza il paese, si esprima in questo modo" ha scritto su Twitter Carlo Calenda. Roberto Gualtieri non ha commentato direttamente, ma ha rilanciato il tweet di Nicola Zingaretti che in riferimento all'intervista ha scritto “Fino a oggi conoscevamo i No Vax. La Sindaca, ancora per un mese, della nostra amata capitale ha inaugurato la figura dei “Ni Vax”. Tradotto - ha incalzato il governatore del Lazio - non decido su niente come faccio da 5 anni. E i romani pagano”.

L'appello di Appendino

Sulla questione delle vaccinazioni, quindi, Virginia Raggi si pone in discontinuità non solo rispetto agli altri candidati Sindaco. Ma anche nei confronti della collega Chiara Appendino che, recentemente, ha invitato gli italiani a vaccinarsi perchè “Solo così potremo vedere il nostro paese, le nostre città rinascere in tempi brevi”.

La posizione pilatesca di Raggi

La prima cittadina di Torino ha poi rivolto un appello anche “a tutte le forze politiche, a tutti i candidati a sindaco alle prossime amministrative: basta ambiguità, basta ricerca del consenso - aveva dichiarato Appendino - Siamo di fronte a una sfida che deve vederci uniti, fino alla vittoria”. L’appello, però, non sembra abbia fatto breccia in Campidoglio. La sindaca Raggi non sarà no vax. Ma sul green pass, di sicuro, ha deciso di lavarsene le mani.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, Raggi se ne lava le mani : "Né favorevole, né contraria"

RomaToday è in caricamento