menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campidoglio, tornano i socialisti: l’ex grillina Grancio aderisce al PSI

Tra i banchi dell’Aula Giulio Cesare riappare il garofano. Cristina Grancio (PSI): “Mia adesione ha radici antiche”

E’ stata la prima a salutare la maggioranza pentastellata per approdare al gruppo misto. Ora la consigliera Cristina Grancio, a pochi mesi dalla scadenza del mandato elettorale, ha deciso di aderire al PSI.

Il garofano in Campidoglio

“Tornare tra i banchi dell’aula Giulio Cesare con un proprio rappresentante, con il proprio nome e il proprio simbolo rappresenta un passaggio importante, non solo per noi, ma per tutta la Sinistra romana che si rafforza” ha commentato Andrea Silvestrini, segretario metropolitano del PSI.

La scelta di Grancio

Grancio, che aveva precedentemente aderito a DE.MA., il movimento del sindaco partenopeo Luigi De Magistris, ha spiegato le motivazioni del recente approdo tra le fila dei socialisti. “ Le ragioni che mi hanno spinta ad aderire al PSI hanno radici antiche. Un partito con più di 100 anni di storia che ha contribuito a rendere questo paese più libero, giusto e democratico. Ne ho sposato i valori e su Roma il progetto politico. Ci aspetta nei prossimi mesi una bellissima sfida, quelle delle comunali, dove sapremo e dovremo dire la nostra”.

Le aspettative

“Faremo grandi cose, è un punto di partenza - ha commentato il segretario nazionale Enzo Maraio - Cristina ha esperienza, è preparata ed ha la marcia in più tipica delle donne. Roma merita di essere governata al meglio ed i socialisti daranno il loro contributo di idee e proposte. La costituzione del gruppo socialista in Campidoglio dimostra che il partito è in crescita e che saremo centrali nella prossima tornata elettorale”.

L'espulsione dal M5s

Grancio era stata espulsa dal Movimento 5 stelle capitolino nell'aprile del 2018. Apertamente contraria al progetto di realizzazione dello “Stadio della Roma”a Tor Di Valle, la consigliera aveva subito la decisione dei pentastellati. In quell'occasione aveva commentato l'espulsione dichiarando che  “il M5s deve ancora imparare tutto in tema di democrazia e rispetto per le persone che manifestano correttamente idee anche diverse, ma collaborative”. A distanza di oltre due anni  da quell'episodio, ha iniziato la sua nuova avventura politica nel partito del garofano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento