Politica

Caudo e Leonori sbloccano la Giunta Marino, nel pomeriggio la presentazione

La squadra di governo del sindaco è pronta. Sette uomini e sei donne, confermati quattro assessorati al Pd. Come vicesindaco, Luigi Nieri

Ormai sembra fatta. La composizione della giunta Marino è quasi pronta e oggi dovrebbe essere presentata ufficialmente. Marino è riuscito a trovare la quadra sulle difficoltà incontrate nei giorni scorsi di fronte al rifiuto da un lato della 'politica' Bonaccorsi e dall'altro della 'tecnica' Dragotto. Per il Turismo, al posto della parlamentare renziana Lorenza Bonaccorsi, entra la deputata Marta Leonori, direttrice della fondazione Italiani Europei e presidente del Pd laziale, che lascia il posto alla Camera al lettiano Marco di Stefano. Per l'Urbanistica, dopo il no della presidente dell'Audis Marina Dragotto, che ieri aveva rifiutato in quanto il ruolo di assessore “è troppo politico”, lascia il posto al professore di Architettura di Roma Tre, Giovanni Caudo.

È durata meno di 24 ore invece la trattativa aperta con il Movimento cinque stelle. La proposta di Marino, che non è piaciuta in primis ai componenti della sua stessa coalizione, è stata liquidata nella mattina di ieri dalle parole del leader Beppe Grillo. La base, consultata on-line, avrebbe anche accettato di indicare un nominativo, senza mai mettere in dubbio che non si sarebbe trattato di un'alleanza. Ma la linea dettata da Grillo non ha lasciato spazio a interpretazioni. Così, sulla scrivania di Marino, non è mai arrivato alcun curriculum indicato dai consiglieri M5S romani.

Alla fine dovrebbero essere sei politici e sei tecnici, quindi per la giunta Marino. Al momento sette uomini e cinque donne, deludendo così, anche se di poco, la promessa di un esecutivo 50/50 così come quella di avere un vicesindaco donna. Per questo ruolo infatti, rimane confermato Luigi Nieri, che sarà l'unico assessore in quota Sel, con delega al Patrimonio.

Confermati i quattro assessorati in quota Pd: oltre a Marta Leonori, cui spetta la poltrona del Turismo, Commercio e Attività Produttive, entrano nella giunta Estella Marino all'Ambiente, Daniele Ozzimo per le Politiche Abitative e Paolo Masini ai Lavori Pubblici. Alla Scuola invece andrà la giornalista Alessandra Cattoi, da tempo al lavoro al fianco di Ignazio Marino e coordinatrice del suo comitato elettorale.

Tra i tecnici sono stati confermati Flavia Barca, sorella dell'ex ministro Fabrizio, direttrice dell'istituto di economia della fondazione Rosselli, indirizzata alla Cultura, e Luca Pancalli, presidente del comitato para-olimpico che andrà agli Stili di Vita e Sport. Le Politiche sociali invece dovrebbero andare a Rita Cutini della Comunità di Sant'Egidio fondata dall'ex ministro del governo Monti, Andrea Riccardi. Anche lei infatti è scesa in campo alle scorse elezioni con Scelta civica Monti. Infine i Trasporti e il Bilancio. Per il primo si pensa al sottosegretario allo Sviluppo Economico, Guido Improta, per il secondo a Tommaso Antonucci, direttore generale del Bilancio alla Regione Lazio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caudo e Leonori sbloccano la Giunta Marino, nel pomeriggio la presentazione
RomaToday è in caricamento