Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Giovanna Marinelli nominata assessore alla Cultura: sarà affiancata da un comitato

Dopo l'annuncio di ieri, la firma dell'ordinanza. Al suo fianco entrerà in azione un gruppo di lavoro per consigli e sostegno: "Sarà un lavoro difficile"

Dopo l'annuncio di ieri, il sindaco Ignazio Marino ha firmato l’ordinanza che nomina Giovanna Marinelli assessore alla Cultura, creatività e promozione artistica di Roma Capitale. Come comunica in una nota il Campidoglio le deleghe assegnate all’assessore sono: politiche per la cultura e la creatività; Sovrintendenza capitolina ai beni culturali; toponomastica; definizione e verifica indirizzi gestionali all'azienda speciale "Palaexpò", all'istituzione Biblioteche, alla Fondazione "Musica per Roma" e a "Zétema Progetto Cultura s.r.l" e "Fondazione Macro".  

CHI E' GIOVANNA MARINELLI - Laureata in Lettere Moderne con specializzazione in Storia del Teatro e dello Spettacolo, presso l’Università La Sapienza di Roma - è stata funzionario dell'Ente Teatrale Italiano dal 1996 al 2001. Successivamente è stata nominata direttore del Dipartimento Cultura del Comune di Roma. Incarico che ha mantenuto sino al 2008. Dal 2008 al 2010 ha ricoperto il ruolo di direttore del Teatro di Roma. Dal 2011 ha assunto diversi incarichi in ambito culturale fra cui consulente organizzativo del Teatro Quirino, membro del premio nazionale della Arti e componente della Commissione Consultiva per il Teatro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

IL COMITATO - Marinelli ha accolto positivamente anche la proposta del sindaco di istituire attorno al suo assessorato un 'comitato'. Una sorta di gruppo di lavoro che dovrà affiancare, consigliare, e indirizzare le scelte della neo-assessore. "Mi aspetta un lavoro certamente difficile. Va in questo senso l'idea avanzata dal sindaco Marino di un comitato. Lo farò lavorando assieme al sindaco, ai miei colleghi di giunta, al consiglio comunale in stretta collaborazione con la commissione cultura,  e ai municipi che svolgono un importante lavoro 'di frontiera'. Sarà essenziale anche la condivisione coi tanti dirigenti e funzionari dell'assessorato e della sovrintendenza, di cui apprezzo la qualità e l'impegno. Lo farò, infine, anche collaborando col ministero della Cultura, con le grandi istituzioni culturali internazionali presenti nella città".

IL RINGRAZIAMENTO - La neo-assessore ha ringraziato il primo cittadino: "Voglio prima di tutto ringraziare il sindaco per aver indicato il mio nome per un incarico così complesso, delicato e importante. E ringrazio quanti nel mondo della cultura mi hanno fatto giungere attestazioni di stima. Ritorno negli uffici di piazza Campitelli, dove ho lavorato a lungo accanto ad un grande assessore: Gianni Borgna, la cui scomparsa recente è una perdita difficile da accettare. A lui va il mio ringraziamento, quella esperienza è stata fondamentale" si legge in una nota.  "La cultura è uno strumento straordinario e insostituibile per dare una identità forte alla città, per favorire una coesione della comunità cittadina dal centro alle periferie, per rilanciarne l’economia e il turismo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanna Marinelli nominata assessore alla Cultura: sarà affiancata da un comitato

RomaToday è in caricamento