Politica

Nuova aula Giulio Cesare, nella prima seduta niente giochi per i consiglieri

Dopo le polemiche sollevate dal consigliere Monica Cirinnà, ieri si è svolta la prima seduta. Dai pc dei consiglieri sono spariti i giochi così come promesso dal presidente Pomarici

. Nel giorno in cui i consiglieri capitolini hanno una nuova aula, rinnovata ed hi tech, sono questi giochini da pc i veri protagonisti. E' infatti durissima la polemica per l'installazione sui pc dei consiglieri di questi passatempi ludici.

aula_giulio_cesareA scatenare la polemica è stata Monica Cirinnà, consigliere del Pd che al Corriere della Sera ha denunciato: "Ritengo innovativa la soluzione scelta per l'informatizzazione del lavoro delle sedute del consiglio, per cui si possono controllare direttamente documenti emendamenti e votazioni. Quello che trovo offensivo per il ruolo del consigliere comunale (e illogico come scelta) è l'aver inserito l'opzione dei giochi che squalificano lo "status" di quelli come noi che ora appartengono all'"Assemblea Capitolina" (come stabilisce il nuovo decreto per Roma capitale) e poi vengono trattati come "ragazzini" da tenere buoni con il "game boy"".

"Nella prossima riunione del consiglio comunale, annunciava martedì la Cirinnà, "dirò ufficialmente che io non accenderò il mio computer fin tanto che non toglieranno, almeno dal mio schermo, l'icona dei Giochi. Spero che in molti seguano il mio esempio".

Ieri è stato il giorno della prima seduta e le polemiche non sono mancate. La consigliera Cirinnà ha indossato una maglietta con la scritta: "Non siamo qui per giocare". Per Francesco Storace (La Destra) "in questo modo sembriamo un'amministrazione di giocherelloni. Si è fatta confusione tra giochi e social network che sono strumenti di comunicazione". Per Massimiliano Valeriani (Pd) serve "spessore e maggiore coerenza".


I giochi però ieri erano già stati rimossi come promesso dal presidente dell'aula Marco Pomarici subito dopo la denuncia della Cirinnà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova aula Giulio Cesare, nella prima seduta niente giochi per i consiglieri

RomaToday è in caricamento