In Campidoglio nessuno vuole occuparsi di Ambiente: il generale Monti lascia la direzione dopo due mesi

Nominato a inizio insieme ad altri quattro militari messi a disposizione dal ministero della Difesa, ha protocollato le dimissioni

Palazzo Senatorio

Il cambio di passo è durato poco più di un mese. Ieri il generale Silvio Monti ha protocollato le dimissioni. Come riportato da Il Messaggero, non guiderà più il dipartimento Ambiente. Era uno dei cinque militari messi a disposizione del Campidoglio dal Ministero della Difesa, oltre che un papabile nome per guidare l'assessorato rimasto vacante dopo l'addio di Pinuccia Montanari. Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano di via del Tritone, lascia il posto "per ragioni personali". Resta il fatto che è l'ennesima poltrona vuota a Palazzo Senatorio, in un settore così importante quale rifiuti e verde pubblico. 

Sul tema interviene con tono polemico il capogruppo del Partito democratico Giulio Pelonzi. "La frequenza dell'avvicendamento di dirigenti dei dipartimenti e nelle municipalizzate con la giunta 5 stelle ha sicuramente un bel ritmo, che lascia quantomeno pensare che non sia proprio facile lavorare a stretto braccio con questa maggioranza" commenta il consigliere del Partito democratico. 

"Saranno gli eventi futuri a dirci cosa ha realmente spinto il generale Monti a lasciare il Campidoglio. Nel frattempo - fa notare Pelonzi - la situazione dei servizi che fanno capo al dipartimento Ambiente del Comune di Roma è sotto gli occhi di tutti: verde pubblico abbandonato al degrado, gare per la manutenzione bloccate, problemi a non finire mentre da mesi manca anche un assessore all'Ambiente. La giunta faccia presto, sblocchi questa macchina amministrativa incagliata, individui una guida e rimetta in moto Roma Capitale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento