Martedì, 15 Giugno 2021
Politica Centro Storico

Tridente, spazi pedonali e più parcheggi: ecco come sarà l'isola ambientale

L'assessore alle alle Politiche Culturali, Dino Gasperini, spiega i punti di forza del progetto per la nuova isola ambientale: numerose aree pedonali, più parcheggi, più soste per le due ruote e più trasporto pubblico elettrico

Spazi dedicati ai pedoni, più parcheggi e più trasporto pubblico elettrico. Si fonda su questi tre pilastri la "rivoluzione" che in questi mesi sta interessando l'area del Tridente. I lavori, come spiega l'assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico, Dino Gasperini, sono divisi in due fasi. "La prima, che coincide con la realizzazione del parcheggio di Piazza Cavour, è già iniziata con la trasformazione pedonale di Piazza San Silvestro e porterà ad un 96% in più di pedonalità".

"La seconda fase inizierà non appena realizzato l’ampliamento di Villa Borghese con l’aumento del 130% della pedonalità. Progetto spiegato e rispiegato in mesi di continua informazione e confronto con tutte le associazioni di commercianti e organizzazioni di categoria, alcune delle quali al mio fianco alla presentazione dell’isola ambientale del Tridente nel 2010 e nel 2011". Gasperini torna a parlare dei parcheggi e spiega che: "Proprio l’aumento dei parcheggi e del trasporto pubblico distinguono questo progetto di isola ambientale da maldestri e improbabili tentativi di imitazione che come tali risultano sbagliati".

"Nonostante tutte le organizzazioni di categoria e tutte le associazioni di commercianti ne siano al corrente e le loro richieste, espresse in mesi di confronto, siano entrate nella progettazione, sarò comunque felice di fornire nuovamente tutte le spiegazioni in un incontro che terrò con loro la prossima settimana. Andiamo avanti con una grande trasformazione di un tessuto urbano unico al mondo che merita il massimo della tutela e della valorizzazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tridente, spazi pedonali e più parcheggi: ecco come sarà l'isola ambientale

RomaToday è in caricamento