rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Lo scontro / Esquilino / Largo Brancaccio

Fratelli d'Italia, Meloni commissaria il partito romano: i 'Gabbiani' pagano lo show al Brancaccio

Dopo l'ennesimo scontro con i Gabbiani di Fabio Rampelli, la presidente ha nominato Giovanni Donzelli commissario per FdI a Roma per la “necessità di gestire con terzietà la corsa alle preferenze”

Giorgia Meloni commissaria il partito romano. Fratelli d’Italia lacerato dalle divisioni interne è alla resa dei conti e la presidente nonostante il periodo di campagna elettorale per le regionali non fa sconti a nessuno. 

Giorgia Meloni commissaria il partito a Roma

Il coordinatore di Fratelli d’Italia Roma, Massimo Milani, è stato messo alla porta. Il partito sarà guidato da Giovanni Donzelli, deputato e fedelissimo di Meloni nominato commissario. Una scelta dettata dalla “necessità di gestire con terzietà la corsa alle preferenze” - si legge nella lettera che la leader ha mandato agli interessati e ai vertici del partito nel Lazio. 

L'invito per sponsorizzare il ticket dei Gabbiani

Si perché a scatenare l’ennesima bufera nel partito che traina la coalizione di centrodestra è stato l’appuntamento di domenica scorsa al Teatro Brancaccio. Non un evento di partito come avevano immaginato gli iscritti ricevendo l’invito firmato dal vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli e dall’ormai ex coordinatore romano Massimo Milani, ma un appuntamento per il sostegno alla corsa verso il consiglio regionale di Fabrizio Ghera e Marika Rotondi, candidati per la corrente dei "Gabbiani". Nel corso della serata, tra show comici e gingle musicali, anche l’intervento del candidato presidente Francesco Rocca. Tra il pubblico ovviamente Rampelli, insieme ai neo senatori Lavinia Mennuni e Andrea De Priamo e il deputato Federico Mollicone. 

L'ira del partito: Meloni manda via il coordinatore romano

Platea gremita ma partito stizzito per quell’invito “trappola” orchestrato dal capo dei Gabbiani e dai suoi. Così Meloni ha inferto l’ennesimo colpo a Rampelli. Dopo l’esclusione da qualsiasi ruolo di governo e la virata su Rocca per la corsa alla presidenza del Lazio ecco che la leader di Fratelli d’Italia ha sfilato dalla scacchiera del suo padrino politico, da tempo in aperto contrasto con la premier e con la linea del partito romano, un’altra pedina. Quella del coordinatore di FdI a Roma. Lo ha fatto sullo sprint finale della campagna elettorale forte dei sondaggi e di una leadership sempre più solida. Donzelli, fiorentino, commissario di Fratelli d’Italia a Roma “certa - ha scritto Meloni al fedelissimo - che saprai meritare la fiducia che ti è stata accordata svolgendo il tuo compito nell’interesse del partito - quasi a sottolinearlo - e della sua crescita”. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia, Meloni commissaria il partito romano: i 'Gabbiani' pagano lo show al Brancaccio

RomaToday è in caricamento