Sabato, 31 Luglio 2021
Politica Eur / Viale Europa

Ecco la Formula E: svelato il gran Premio che porterà a Roma 60 milioni in tre anni

Alla Nuvola presentato il Gran premio di Roma

Le prime monoposto sono già arrivate. Hanno fatto la loro comparsa all'interno della nuvola di Fuksas e presto sfileranno per le strade dell'Eur. Dieci bolidi di altrettante scuderie viaggeranno per le strade del Pentagono in un circuito che oggi è stato presentato alla stampa. E' la prima volta per Roma e, come ha ricordato la sindaca Raggi, lascerà un'eredità importante. 

In dote alla città

Saranno rifatte le strade del circuito che oggi è stato ufficialmente svelato e presentato alla stampa. Inoltre, come ribadito dalla prima cittadina, "Verranno moltiplicate le colonnine elettriche in questo quartiere e saranno ampliate le postazioni di car e bike sharing, cosi' come il wi-fi all'interno del municipio". Ma non è solo questa l'eredità della Formula E. C'è anche un indotto da considerare.  E non si tratta di un aspetto di poco conto per un quartiere alla ricerca di investitori.

impatto_Economico_Formula_E-2

Attrarre investimenti

La formula E diventa così una vetrina importante per Eur Spa. L'azienda  ha infatti bisogno di attirare congressisti nel Convention Center dove si è svolta la presentazione del prossimo granpremio elettrico. L'impatto economico su Roma è importante, stimato in 60 milioni in 3 anni "con ricadute positive sulla città" ha sottolineato Roberto Diacetti, numero uno di Eur Spa. Un'occasione quindi da non lasciarsi scappare. Ed infatti, nella partita che ha portato la Formula E a Roma,  Diacetti è stato uno dei player più attivi. " Noi siamo già pronti ed il circuito verrà montato  15-20 giorni prima dell'evento" ha chiarito. Nota importante, le ripercussioni sul traffico saranno contenute nelle giornate di venerdì 14  e sabato 15 quando il circuito, che si sviluppa attorno all'obelisco, verrà chiuso al traffico.

Invogliare i turisti

Per quanto riguarda l'afflusso di pubblico, ci sono due fattori che giocano a favore. L'attenzione mediatica che, da ora in avanti, verrà garantita alla Formula E. Infatti dal prossimo granpremio di Honk Kong, le gare saranno trasmesse dalle reti Mediaset Italia Uno ed Italia Due. L'altro aspetto che potrebbe aiutare a portare spettatori, e quindi turisti, fa leva sul prezzo del biglietto.  "I costi vogliamo siano contenuti – ha spiegato Agag, fondatore e Ceo di Formula E – e quindi parliamo di 35 euro per gli adulti ed un euro per i minori di sedici anni". 

La strada imboccata dalla capitale

Se la previsione dei 30-40mila turisti sarà rispettata, a guadagnarne saranno tutti. "La Formula E è un modello misto pubblico-privato, che aiuta la citta' a rialzarsi – ha sottolineato il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, a margine della conferenza stampa – Siamo in una fase in cui tutti i sindaci italiani hanno serie difficoltà ad asfaltare le strade con le risorse di bilancio e le partnership come queste possono aiutare". Il matrimonio sta per essere celebrato. "Roma - ha annunciato la Sindaca -  deve essere tra le città che guidano la rivoluzione verso la sostenibilità". Un percorso da compiere, su strade ben asfaltate, a bordo delle monoposto elettriche.

circuito_formula_E-3

Guarda il percorso

E ancora: “Roma protagonista della scena internazionale. Con l’Eur a fare da palcoscenico ad una tappa della Formula E. Futuro significa mobilità sostenibile, innovazione ma soprattutto rispetto dell’ambiente. Con questa manifestazione l’indotto economico sarà consistente, come già sperimentato da altre grandi realtà territoriali europee. Un evento che porterà investimenti e benefici concreti in città come strade nuove e colonnine di ricarica elettrica. Vogliamo che a Roma circolino sempre più veicoli a energia pulita perché per la nostra Amministrazione la mobilità sostenibile e la tutela ambientale sono obiettivi estremamente importanti”
 

infografica-Auto_fE-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la Formula E: svelato il gran Premio che porterà a Roma 60 milioni in tre anni

RomaToday è in caricamento