Fori Imperiali, Atzeni (UILT): "Delirio di Marino, ultimo atto"

"Peccato però che questa ultima nefasta idea non rimane chiusa nel tubo catodico di un vecchio televisore"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Giunto all'atto finale il drammatico movie serial del dimissionario Marino rischia di stravolgere ulteriormente, in negativo, la vita dei cittadini romani con la chiusura totale dei Fori Imperiali". - È quanto dichiara Alessandro Atzeni di Uiltrasporti settore taxi -. Peccato però che questa ultima nefasta idea non rimane chiusa nel tubo catodico di un vecchio televisore, - continua la nota - ma rischia di diventare realtà per il grande pubblico degli operatori del trasporto di linea e non, la loro utenza e gli automobilisti già costretti a divincolarsi tra le varie interruzioni stradali, buche killer e un traffico fuori dalla norma. Sarebbe utile pensare ai veri problemi della Capitale ed evitare questo inutile braccio di ferro tra chi quotidianamente vive la città di Roma da comune mortale - conclude Atzeni - e chi si lascia trasportare dalle deliranti fantasie personali caratterizzate, ancora una volta, dalla mancata concertazione e scarsa conoscenza della città".

Torna su
RomaToday è in caricamento