Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Elezioni Fonte Nuova, intervista a Valerio Novelli candidato sindaco M5S: "Al centro mettiamo i cittadini"

Raccolta differenziata porta a porta e attenzione al sociale, in particolare alle problematiche relative ai disabili. Ecco i punti principali del programma di Valerio Novelli

Il 25 maggio i cittadini di Fonte Nuova saranno chiamati a scegliere il nuovo Sindaco. Quattro i candidati in corsa per la carica di primo cittadino. Valerio Novelli è il candidato del Movimento Cinque Stelle. Legato a M5S dal 2010, Novelli mira con la sua eventuale elezione a rimettere al centro della politica le necessità e i bisogni dei cittadini. Tanti i punti del suo programma. Una però la priorità: l’ambiente.

Se dovesse diventare Sindaco di Fonte Nuova, quale sarebbe la prima cosa che farebbe?

La prima questione che cercherei di risolvere è quella della raccolta differenziata porta a porta. Abbiamo già un programma dettagliato, nato da anni di confronto e studio fatti territorio. Oggi, con la chiusura della discarica dell'Inviolata a Guidonia, il comune di Fonte Nuova porta i rifiuti a Frosinone pagando di più. Per questo vogliamo salvare il finanziamento assegnato al Comune per una raccolta differenziata dei rifiuti che non è mai decollata. Aderiremo poi al Patto dei Sindaci.

L’ambiente dunque al primo posto. Ma Fonte Nuova ha anche altre questioni da risolvere. Quali secondo Lei quelle principali da affrontare con un preciso programma politico?

In cima alla lista c'è sicuramente la viabilità. Siamo prigionieri della Nomentana e della Palombarese. Tre delle nostre strade principali sono senza uscita. Perciò è necessario rivedere la viabilità interna ed esterna. Un altro punto che vogliamo affrontare è quello del sociale, del sostegno ad anziani, disabili e alle famiglie colpite dalla crisi. Specie queste ultime, i cosiddetti 'nuovi poveri', sono sempre di più costretti a rivolgersi per la prima volta ai servizi sociali. Il comune per loro deve essere un punto di riferimento accogliente. Servono nuovi spazi, laboratori e le liste d’attesa vanno smaltite. Per fare tutto ciò è necessario un confronto con le associazioni che vivono il problema da vicino. Non meno importante nel nostro programma il sostegno all'energia rinnovabile e alla rivalutazione  dei beni culturali e territoriali di Fonte Nuova.

Un esempio?

Abbiamo boschi secolari e non è accettabile che i cittadini la domenica debbano prendere la macchina per stare nel verde di Villa Ada. Abbiamo già un progetto per la realizzazione di un bike park con sentieri pedonali, adatti al trekking e con aree attrezzate. Vorremmo poi puntare anche su biblioteche e luoghi utili all’aggregazione sociale. Fonte Nuova non deve essere solo un dormitorio, perché noi abbiamo un’identità.

Dove pensate di trovare i finanziamenti necessari per portarli a termine?

Tutto ciò che faremo, cercheremo di realizzarlo con finanziamenti europei. E’ infatti probabile che nel bilancio, non molto chiaro, del Comune non sia rimasto niente.

I cittadini come potranno seguire ciò che farete?

Rifaremo il sito internet del Comune puntando a un’assoluta trasparenza e a una comunicazione in tempo reale. L’Amministrazione deve essere come un vaso di cristallo per gli abitanti. Trasparenza e legalità sono le parole d’ordine.

Perché i cittadini di Fonte Nuova dovrebbero sceglierla come loro Sindaco?

Premetto che negli appelli non sono affatto bravo. Quello che possiamo assicurare è che lavoreremo affinché la cittadinanza sia attiva e partecipi veramente alla vita del paese. E’ questo ciò che vogliamo. E oggi finalmente i cittadini hanno la possibilità di scegliere se partecipare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Fonte Nuova, intervista a Valerio Novelli candidato sindaco M5S: "Al centro mettiamo i cittadini"

RomaToday è in caricamento