Il covid apre la strada agli usurai: nel Lazio crescono arresti e denunce. Dalla Regione un fondo straordinario

Stanziati 4 milioni e 400mila euro. Zingaretti: "Ci costituiremo parte civile in ogni processo riguarderà una vittima di usura"

Nicola Zingaretti (foto Ansa)

Manca la liquidità, diminuisce il fatturato, e se i contributi dello Stato ritardano, i proprietari accettano quelli illegali di mafie e criminalità organizzata. L'usura ha trovato nel coronavirus il suo terreno fertile e sta colpendo per lo più piccole e medie imprese del settore turistico, dai ristoranti agli alberghi. Lo dimostrano i dati: aumenta dove gli altri reati generici, in tempi di pandemia, diminuiscono. A contrastarla punta un nuovo fondo da 4 milioni e 400mila euro stanziato dalla Regione Lazio. 

"Nei primi mesi dell'anno a fronte di un calo del 26% dei reati, sono aumentati quasi del 10% quelli legati all'usura" spiega il presidente Nicola Zingaretti, oggi in conferenza stampa a fianco di Gianpiero Cioffredi, presidente dell'Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio e Rodolfo Lena, presidente della commissione Antimafia del Consiglio regionale. "Si tratta di un processo silenzioso, legato alla disperazione degli individui. Ci costituiremo parte civile in ogni processo avviato da vittime d'usura. È una battaglia che va combattuta in prima linea". Ma vediamo nel dettaglio come verrà ripartito il fondo. 

Del totale messo a disposizione dalla Regione, 900mila euro andranno alle vittime d'usura e soggetti sovraindebitati per ragioni legate alla pandemia con contributi fino a 5mila euro a fondo perduto. Un milione e 600mila euro destinato a prestiti bancari fino a 50mila euro. E ancora 570mila euro per vittime d'usura con contributi fino a 20mila euro a fondo perduto come ristoro dai danni subiti. Trentamila euro andranno poi al sostegno psicologico di gruppo o per terapie singole, 65mila euro a servizi di consulenza legale, contabile o per accesso al credito delle imprese. E infine 450mila euro destinati al sostentamento degli enti e associazioni impegnati nel contrasto e nell'assistenza alle vittime regolarmente iscritti all'albo regionale e all'albo della Prefettura.  

Come si accede agli indennizzi

Per accedere all'indennizzo, la vittima di usura deve rivolgersi alle su citate associazioni e fondazioni antiusura. Le associazioni, ricevuta l'istanza da parte della vittima, provvedono a trasmettere alla struttura regionale competente il progetto e il prospetto di utilizzo delle somme da erogare. In caso di accoglimento della richiesta il relativo importo è assegnato all'associazione/fondazione che ne cura l'utilizzo a favore del beneficiario.

"La rete regionale delle associazioni e delle fondazioni antiusura in questi mesi ha visto un aumento del 50% di ascolti" spiega Cioffredi, dell'Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità. "Il Lazio è la regione italiana che ha visto crescere di più l'usura con un aumento, tra marzo e luglio, del numero degli usurai arrestati che sono stati 63 rispetto ai 42 dell’anno precedente. Segnale questo della poderosa attività delle forze di Polizia e della magistratura".

"L'usura è diventata un elemento fondamentale della strategia criminale che ci indica un processo in atto di un gigantesco reinvestimento di denaro delle mafie nel sistema produttivo romano. Facciamo un appello accorato alle vittime di liberarsi dalla morsa drammatica dell'usura e denunciare i loro aguzzini - conclude Cioffredi - troveranno al loro fianco la Regione e tutti gli Organi dello Stato". 

Regione Lazio parte civile 

Oltre agli aiuti economici poi la Regione Lazio si costituirà parte civile in ogni processo che riguarderà una vittima di usurai. Ad annunciarlo il presidente Zingaretti: "Un'economia legale fragile porta con sé il rischio che si rafforzi quella illegale. Non vogliamo lasciare soli famiglie, imprenditori, proprietari di bar e ristoranti. Vogliamo dimostrare che lo Stato è attivo anche contro la solitudine". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento