rotate-mobile
Periferie inclusive

Assistenza a persone disabili sempre più cara: il Campidoglio chiede aiuto al governo

L’assessora Funari chiede di destinare i 10 milioni di euro disponibili ai Comuni per aiutare le famiglie a far fronte ai rincari per la gestione di persone disabili e non autosufficienti

Ci sono 10 milioni di euro che il governo ha deciso di stanziare per favorire l’inclusione sociale delle persone con disabilità nelle aree periferiche delle grandi città. Nei prossimi giorni la Ministra per la disabilità, Alessandra Locatelli ì, dovrà decidere per quali attività destinare alle dieci città che superano i 300 mila abitanti il nuovo fondo per le periferie inclusive, istituito dalla Legge di bilancio 2023.  E dal Campidoglio arriva una richiesta, anche di aiuto. 

“La proposta che faccio alla Ministra - spiega l’assessora alle Politiche Sociali e alla Salute di Roma Capitale, Barbara Funari - è di studiare la possibilità di destinare queste risorse ai Comuni, per far fronte all'aumento dei costi che già da gennaio le famiglie si trovano a dover pagare in più nelle buste paga delle persone che si prendono cura dei propri cari”.

I rincari per l'assistenza a persone disabili

A seguito dell’adeguamento retributivo per il personale che presta assistenza, relativo all’indice Istat, le famiglie hanno infatti avuto un aumento delle spese del 9,2% che passa da 109 a 145 euro in più. 

“Un incremento economico non indifferente per chi ha bisogno di un aiuto, indispensabile per la gestione di persone disabili e non autosufficienti. Per questo - ha scritto l’assessora in una nota - ritengo auspicabile indirizzare i fondi, istituiti dalla legge di bilancio, per alleggerire le famiglie che si trovano a dovere fare ora i conti, già tra mille difficoltà, anche ad un rincaro sul proprio budget economico per pagare lo stipendio a chi presta assistenza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza a persone disabili sempre più cara: il Campidoglio chiede aiuto al governo

RomaToday è in caricamento