Scuola, un milione e mezzo per i piccoli lavori di manutenzione

Ogni dirigente scolastico dovrà trasmettere la richiesta per l'accesso al contributo entro il 24 maggio. Raggi: "Il nostro impegno segna una netta inversione di tendenza"

Aula scolastica, immagine archivio

Un milione e mezzo di euro alle scuole per la piccola manutenzione ordinaria. E' quanto stanziato dall'amministrazione capitolina per tutti quei lavori che non vengono svolti dai municipi. La somma, allocata sul bilancio di previsione 2017, consentirà l'eliminazione di difetti, guasti e danneggiamenti causati dal deterioramento per l'uso degli edifici. Le modalità applicative sono definite da una circolare del Dipartimento Servizi educativi e scolastici.

La cifra sarà suddivisa tra tutti gli Istituti comprensivi che facciano formale richiesta: una quota pari al 60% della somma complessiva verrà ripartita in proporzione al numero degli studenti iscritti a ciascun istituto, la restante quota, pari al 40%, verrà ripartita in proporzione al numero di edifici scolastici dei quali è costituto ciascun istituto. Il contributo a beneficio di ogni Istituto non potrà superare l'importo di 10mila euro e sarà differenziato seguendo due categorie: relativamente alla quota del 60%, secondo tre fasce di capienza, da 600 a 900 studenti, da 901 a 1200 studenti, sopra i 1201 studenti. Relativamente invece alla quota del 40, in base alla consistenza degli edifici scolastici: da uno a due edifici, da tre a quattro edifici scolastici, sopra i quattro edifici scolastici. 

Ogni dirigente scolastico dovrà trasmettere la richiesta per l'accesso al contributo entro il 24 maggio. Il Consiglio d'Istituto potrà approvare apposita deliberazione entro il 30 giugno e, successivamente, trasmettere il rendiconto delle spese sostenute al Municipio di competenza e al Dipartimento Servizi educativi e scolastici. Le somma andranno utilizzate entro l'anno finanziario corrente, cioè non oltre il 31 dicembre 2017. Gli eventuali importi non spesi torneranno a disposizione dell'amministrazione capitolina.

"Abbiamo messo a disposizione una somma importante, che consentirà finalmente di intervenire sulla piccola manutenzione dopo anni di incuria e abbandono. Gli interventi saranno modulati sulla base di criteri precisi ed efficaci. Il nostro impegno segna una netta inversione di tendenza: vogliamo voltare pagina" ha sottolineato la sindaca Virginia Raggi.

"Chiunque frequenti le scuole conosce la difficoltà di sostituire lampade, risolvere guasti, realizzare piccole opere di muratura o riparazione minute - spiega anche l'assessore alla Scuola, Laura Baldassarre - l'erogazione di questa somma a ciascun Istituto comprensivo è un punto di partenza che ci consentirà di effettuare gli interventi fondamentali, rispettando le necessità di ogni struttura. La qualità delle nostre scuole è in cima alla nostra agenda e i lavori di piccola manutenzione ordinaria costituiscono strumento essenziale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento