Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Fiumicino: Pd, Udc, Idv, Sel e Rfci in piazza il 5 ottobre per chiedere le elezioni

Domani 5 ottobre Pd, Udc, Idv, Sel e Rfci in piazza per "chiedere al centrodestra di farsi processare"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

logo_comune_fiumicino_120-2“Canapini ha fallito. Dopo le dimissioni ora vogliamo elezioni subito”. Un messaggio chiaro che la segreteria e il gruppo consiliare del Pd di Fiumicino scandiranno domani (mercoledì 5 ottobre) alle 17 in piazza Grassi durante la manifestazione organizzata dai gruppi regionali di Pd, Idv, Sel, Udc e da Rfci per chiedere al centrodestra di farsi processare, democraticamente, dalla città e dare finalmente ai cittadini l’opportunità di scegliere.

“Sul tavolo degli imputati - spiega il gruppo consiliare del Pd - una maggioranza che negli ultimi nove anni ha aumentato il costo dei servizi senza che la qualità viaggiasse di pari passo e il programma infrastrutturale presentato nel 2003 e nel 2008 fosse preso in considerazione; un centrodestra che ha approvato con il suo imbarazzante silenzio un pericoloso piano di sviluppo aeroportuale e la realizzazione di una discarica e di un inceneritore nelle campagne di Palidoro, devastando un territorio vergine senza di contro attuare nessun piano di sviluppo agricolo”.

“Questa maggioranza - sottolinea il segretario comunale del Pd, Roberto Saoncella - ha anteposto i propri interessi personali al futuro di una città ormai sull’orlo del baratro dopo nove anni di nulla e una gestione finanziaria spericolata e spregiudicata che mette in pericolo le fondamenta di questo Comune”.

“È ora di dire basta: Canapini e la sua sgangherata maggioranza hanno fallito - attaccano i consiglieri Califano, Calicchio, Vona e Zorzi - e continuano a mentire ai cittadini con autosospensioni e dimissioni fantasma. La solita propaganda elettorale. La giunta Canapini deve fare le valigie perché ha dimostrato nei fatti di essere inadeguata a governare. Non ha ascoltato le esigenze dei territori e dei cittadini, chiusa in quel palazzo comunale che dovrebbe essere di tutti ed invece è diventato un fortino. Oggi serve senso di responsabilità e una guida autorevole e forte per far uscire Fiumicino dal guado. E questo centrodestra, lacerato com’è, non è in grado di far fronte alle esigenze e alle sfide che il presente ci chiama ad affrontare. Il sindaco, la giunta e la maggioranza non hanno più credibilità, è ora che se ne vadano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: Pd, Udc, Idv, Sel e Rfci in piazza il 5 ottobre per chiedere le elezioni

RomaToday è in caricamento