Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Festival del Cinema: venerdì 24 febbraio la riunione del Cda

Ci siamo. Dopo settimane di stallo il Festival del Cinema potrebbe avere il nuovo direttore artistico. Si riunirà infatti il Cda, dopo essere stato rimandato a inizio mese causa maltempo

Siamo alle porte coi sassi, la partita finale verrà giocata venerdì 24 febbraio quando si riunirà il Cda. La Fondazione Cinema per Roma sta per avere un nuovo direttore artistico? Staremo a vedere e, nel frattempo, procede la conta dei voti.

L'uscente Piera Detassis, in scadenza a ottobre, contro Marco Muller, ex direttore della Mostra del cinema di Venezia, e asso nella manica del presidente della Regione Lazio Renata Polverini nonché appoggiato dal sindaco Gianni Alemanno. I due rappresentanti delle istituzioni locali, non gettano affatto la spugna e il match va avanti all'interno del consiglio di amministrazione da settimane, tanto da gettare il Festival in uno stallo esasperante da tutti scongiurato.

Gianluigi Rondi, messo alla presidenza proprio da Gianni Alemanno, sembra essere l'ago della bilancia, in uno "scontro" che è di artistico non sembra avere molto. Il cda infatti è sostanzialmente spaccato: pro Detassis ci sono il rappresentante della Camera di Commercio, Andrea Mondello, e quello della Provincia di Roma, Massimo Ghini; a favore di Muller invece il rappresentante della Regione Lazio, Salvatore Ronghi e quello del comune Michele Lofoco. Musica Per Roma, con l'Ad Carlo Fuortes, opterebbe nettamente per l'astensione. Ovvio che il voto doppio di Rondi è decisivo. Conscio di ciò il presidente ha sempre optato per l'astensione. Ma da ieri, dopo avere ricevuto da Ornaghi un invito a trovare una soluzione, ha deciso di esporsi sulla Detassis precisando però "di non essere contrario a Muller". Ma il suo voto, ha lasciato intendere, andrebbe alla Detassis verso la quale non ha mai nascosto una certa stima.

Questo sembra aver detto stamani ad Alemanno e Polverini in un incontro lampo chiuso, in apparenza, con un nulla di fatto. Certo il sindaco avrebbe in mano la carta del Commissariamento che non intenderebbe giocare anche perché ha piu volte dichiarato che "Rondi rimarrà fino a giugno". "E' tutto rinviato a venerdì, al prossimo Cda, dove ci auguriamo di trovare una posizione comune", ha detto Alemanno dopo avere visto Rondi. Stesse parole da Renata Polverini che sottolinea: "sono convinta che Muller può rilanciare il Festival. Spero in una posizione condivisa".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival del Cinema: venerdì 24 febbraio la riunione del Cda

RomaToday è in caricamento